Resta in contatto

News

Sidoti, giudice e tifoso del Palermo: “Chi compriamo e con quali soldi?”

“A me quello che mi ha impressionato è Gnahoré”. Dalle conversazioni rivelate da La Repubblica-Palermo emerge anche la fede rosanero del magistrato.

 

Emergono nuove intercettazioni dalle indagini della Procura di Caltanissetta sul giudice Giuseppe Sidoti e l’ex presidente del Palermo Giovanni Giammarva, accusati di concorso in corruzione (Sidoti anche per abuso d’ufficio) nell’ambito dell’inchiesta sul rigetto dell’istanza di fallimento pendente sul Palermo calcio fino allo scorso marzo, quando dal Tribunale di Palermo arrivò la sentenza di rigetto.

Giudizio pilotato, secondo la Procura nissena, grazie ai rapporti di “estrema confidenza” tra Sidoti e Giammarva e a dei presunti favori che il commercialista palermitano, secondo l’accusa, avrebbe concesso al magistrato per scongiurare il fallimento del Palermo.

 

A metà dicembre 2017, a colloquio con il giudice Raffaella Vacca – componente del collegio giudicante che ha respinto l’istanza – Sidoti dice: “Raffaella, io ti dico… io cercherò di fare l’impossibile per salvare la situazione, perché francamente… non è solo il problema della catastrofe in sé… il problema è che alla fine non ci sono creditori che bussano alla porta… poi può darsi che fra quattro mesi salti il banco, ma può anche darsi che fra quattro mesi sta squadra qualcuno se la piglia, sono primi in serie B…”.

 

In una conversazione telefonica con l’avvocato Di Trapani – legale del Palermo calcio – il giudice consiglia: “Però, avvocato… finiamola con queste dichiarazioni alla stampa, pensiamo di chiudere la partita, speriamo prima del mercato invernale…”.

Poi affiora anche la fede rosanero del giudice: “Allora, chi compriamo e con quali soldi?” chiede Sidoti a Di Trapani durante un incontro con i consulenti del Palermo.

E anche con Giovanni Giammarva qualche parola sulla squadra: “A me quello che mi ha impressionato è… Gnahoré. Te ne sei andato a fine primo tempo… alla Gianni Agnelli… va bene che non sei un esperto… ma tu non conosci nemmeno i nomi dei giocatori della tua squadra“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News