Calcio Rosanero
Sito appartenente al Network

Parla Alberto Galassi: “I tifosi del Palermo al Braglia sono stati l’arma in più”

L’avvocato modenese, membro del board del City Football Group che detiene l’ottanta percento delle quote del Palermo, ha assistito allo stadio alla sfida di sabato scorso.

C’era anche Alberto Galassi a Modena. Il dirigente del City Football Group è modenese e ha assistito al “suo” derby. Una partita molto bella, a sua dire, che il Palermo ha vinto grazie al sostegno dei suoi tifosi, presenti sugli spalti dello stadio modenese: “La coreografia dei tifosi del Palermo al Braglia è stata incredibile – ha detto Galassi nel corso di “Let it B” su Trc – così come la curva del Modena dove per altro stava mio figlio. I tifosi rosanero sono un’arma in più, sono venuti per la maggior parte dalla Sicilia, il Palermo ha un bacino di appassionati di quasi 5 milioni di persone. La vita del trasfertista è di sacrifici anche economici e per questo sono andato a salutarli al termine della gara”.

Ma Galassi ha sottolineato anche l’importanza del centro sportivo: “La differenza sostanziale tra il Palermo dello scorso anno e il Palermo di quest’anno è il centro di allenamento. I giocatori si sentono parte del progetto importante di un club, a casa propria, hanno la sensazione di appartenenza e mi auguro che il Modena possa averlo al più presto, è stata una svolta per la mentalità dei nostri ragazzi. L’ho visto anche al Manchester City, con l’Academy, quando noi volevamo convincere un giovane emergente gli facevamo vedere il nostro centro. Da tifoso milanista ricordo bene quanto sia stato importante per il Milan, Milanello. Il centro è uno degli aspetti fondamentali per un club”.

E sugli obiettivi stagionali, Galassi ha aggiunto: “Il nostro è arrivare nelle prime 4 o 5, per poter fare un playoff con una posizione di vantaggio. La Serie B è una A2, il Parma ha un organico e un monte stipendi decisamente superiore a tutti quanti, ad esempio. Ne riparliamo in aprile, bisogna avere i piedi per terra, andremo anche incontro a delusioni nell’arco del percorso. Sto vedendo un bel Catanzaro, noi stessi abbiamo perso al 92′ col Cosenza, gli ostacoli fino ad una possibile promozione sono tantissimi ed è necessario lavorare molto, moltissimo. Non è scontato nulla, sarà difficilissima”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una delegazione dei tifosi della curva nord ha aspettato il raduno dei giocatori per un...
L'allenatore in vista della partita contro il Catanzaro ha smentito le voci sui litigi dentro...
Il presidente della Lega B ha chiuso l'edizione allo stadio Renzo Barbera...

Dal Network

In casa giallorossa tutti a disposizione di Vivarini, eccezion fatta per Situm. Krajnc potrebbe partire dal...
Il tecnico giallorosso: "Tra i rosanero ci sono tanti calciatori di qualità, bisognerà rimanere concentrati...
Calcio Rosanero