Resta in contatto

News

Palermo, la serie B resta a 19 squadre. L’Entella in C

Il Tar del Lazio respinge il ricorso della Virtus Entella. Ed i rosanero che dovrebbero giocare per diritto in serie A ancora aspettano che si decida come sollecitato anche dal Coni punendo adeguatamente chi ha messo in atto atti sleali ed antisportivi.

Il Tar del Lazio ha respinto l’istanza cautelare dell’Entella contro il ricorso presentato da Fgci e Lega B avverso la sentenza del Consiglio di garanzia.

Quindi anche se al Palermo potrebbe convenire giocare in 19 piuttosto che 20 o 22 come dovrebbe essere in realtà se si applicassero leggi e norme rispettandole la considerazione finale oggi è che l’Entella giocherà in serie C.

Gravina, Presidente FIGC appena eletto aveva detto su questa vicenda : «Non appena avremo a disposizione le decisioni del Tar ci sarà una riflessione politica. Bisognerà capire se in un momento così avanzato si potrà procedere a una modifica dei campionati. Ci sarà una seria riflessione politica».

Antonio Gozzi, il Presidente della squadra di Chiavari aveva manifestato il suo disappunto sulle decisioni prese a loro sfavore e dopo che il Collegio di Garanzia del Coni aveva riconosciuto il diritto di giocare in serie B al posto del Cesena peraltro anche scomparso dal calcio dopo le truffe fatte in bilancio con il Chievo che guarda caso invece oggi gioca addirittura in serie A : «Ho trovato un gruppo unito e maturo, ma anche indebolito e provato da questa infinita attesa, che mortifica la professionalità del calciatore e la dignità della persona. Insieme abbiamo convenuto che la strada più utile non è scioperare, ma attendere la sentenza del Tar, dimostrando al sistema calcio che l’Entella rispetta le regole. Occorre essere pragmatici e rispettosi anche dei nostri tifosi, danneggiati enormemente da questo inspiegabile sopruso».

Il club aspettava la decisione definitiva del Tar da mesi dopo la decisione del tribunale federale che aveva inflitto al Cesena una penalizzazione di 15 punti da scontare nel campionato 2018-2019 per le plusvalenze fittizie e per le quali prima di tutto il Chievo che le aveva organizzate doveva essere punito e salvato dalla giustizia federale con quello che e ritenuto da tutte le persone di buon senso e capiscono di leggi costruito ad arte quale è stato non ascoltare in sede di preparazione del processo in fase inquirente guarda caso proprio il Presidente clivense…

Il Cesena, essendo fallito, non si era ovviamente iscritto alla serie B e l’Entella aveva avuto  il riconoscimento del diritto di giocare in Serie B dal Collegio di Garanzia del Coni trovando però l’opposizione di Figc e Lega di Serie B. Ma la decisione del Tar è andata in segno opposto .

Per il Palermo adesso si presenta un cammino più breve anche se molti in città dopo gli ultimi risultati si aspettano un exploit rosanero contro le squadre più accreditate di salire in serie A, Pescara, domenica alle 21 alla Favorita ed il 23 novembre Hellas Verona-Palermo ed il 30 novembre Palermo-Benevento e ritrovarsi anche dopo avere recuperato la partita in meno con un grande vantaggio sulla seconda e come l’anno della promozione in A , ricordato come la promozione dei record,  ripetersi anche quest’anno !

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News