Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Nations League, l’Italia c’è ma non basta

Non è sufficiente per la squadra azzurra un primo tempo all’arrembaggio, il Portogallo porta a casa lo 0-0 e si qualifica per le Final Four. Ma i segnali per Mancini sono ancora positivi

E’ andata male. Nel quarto e ultimo match della Nations League, l’Italia pareggia contro il Portogallo e chiude il girone al secondo posto, dicendo così addio alle Final Four. A San Siro finisce 0-0 davanti alla bellezza di 73.000 spettatori, con gli azzurri che offrono un ottimo primo tempo prima di calare dal punto di vista fisico nella ripresa.

I campioni d’Europa in carica – ai quali manca ancora la gara con la Polonia – restano così al comando del Gruppo A3, a +2 sulla squadra di Mancini. Occasioni con Immobile (due volte) e Bonucci nel primo tempo, nella ripresa è bravo Donnarumma su Carvalho e alla fine la palla buona capita a Insigne, non va.

Ma i segnali sono nuovamente positivi e ribadiscono quanto visto lo scorso 14 ottobre in occasione del successo in Polonia: il nuovo ciclo azzurro – un bel mix tra talento, esperienza, gioventù e voglia di riscatto – inizia a funzionare e per i risultati servirà innanzitutto una buona dose di pazienza e di fiducia.

IL TABELLINO

Italia-Portogallo 0-0

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Barella, Jorginho, Verratti (36′ st Pellegrini); Chiesa (43′ st Berardi), Immobile (29′ st Lasagna), Insigne. A disp.: Sirigu, Cragno, De Sciglio, Emerson, Rugani, Acerbi, Gagliardini, Grifo, Politano. All.: Mancini
Portogallo (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Ruben Dias, Fonte, Mario Rui; Pizzi (23′ st Joao Mario), W. Carvalho, Ruben Neves; Bernardo Silva, André Silva (46′ st Danilo), Bruma (40′ st Guerreiro). A disp.: Beto, Neto, Bruno Fernandes, Cedric, Guedes, Sanches, Eder, Rafa Silva. All.: Fernando Santos
Arbitro: Makkelie (Olanda)
Note –
Ammoniti Ruben Neves, Mario Rui, Cancelo (P); Jorginho, Bonucci, Chiesa (I)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.