Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Verona-Palermo, un pari che scontenta tutti

I rosanero poco attenti e leziosi impattano contro gli scaligeri e non vanno oltre il pareggio. Gara dal clima surreale al Bentegodi per lo stadio lasciato vuoto dai tifosi dell’Hellas, radunatisi fuori dall’impianto per protestare contro il presidente Maurizio Setti

Partita opaca e costellata da errori per la squadra di Stellone che manda in campo la coppia d’attacco Nestorovski-Moreo e schiera un 4-4-2- che in fase di possesso palla diventa un audace un 4-2-4. Primi minuti di gioco di marca rosanero, con il Verona che fatica a contenere l’esuberanza del Palermo. Ma nonostante la grossa mole di gioco la squadra palermitana non riesce finalizzare l’ultimo passaggio, una manovra troppo prevedibile lascia spazi al contropiede dell’Hellas che, superata la timidezza della prima frazione di gioco, agisce di rimessa e trova il gol del vantaggio al 32′:  azione di Lee sulla trequarti  e pallone al limite dell’area per Matos che serve Di Carmine, lasciato tranquillo di battere a rete da Bellusci.
E’ l’ 1 -0 per l’Hellas che cambia l’inerzia della gara, i giocatori di Grosso prendono coraggio, si affidano alle ripartenze e sfiorano il raddoppio al 42′ con Crescenzi che viene fermato al momento del tiro da Bellusci che riesce a mandare la palla in calcio d’angolo.

L’ inizio del secondo tempo è decisamente migliore per il Verona,  il Palermo non riesce a ricompattarsi, i reparti  sembrano scollegati, il gioco offensivo è sterile e poco efficace. La pioggia battente, la mancanza di lucidità della squadra rosanero, i troppi passaggi sbagliati, favoriscono la squadra scaligera che gestisce con facilità la partita.

Al 61′ Stellone manda in campo Salvi al posto di Rispoli, il numero 14 del Palermo sembra tenere il passo meglio del compagno e al 66′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Trajkovski, arriva il gol del pareggio grazie a Rajkovic che con un imperioso stacco di testa batte Silvestri.

Al 77′ fuori  Nestorovski e dentro Puscas e all’86’ Embalo sostituisce Trajkovski. Finale convulso e risultato sempre in bilico. La gara finisce in parità con il Palermo che conserva il primato, ma perde l’occasione per allungare il passo sulle inseguitrici.

La partita, che nel primo tempo si era messa male per una errata lettura tattica di Stellone, non pregiudica di certo il cammino del Palermo, che deve ritrovare umiltà e cattiveria agonistica. La squadra rosanero si è troppo specchiata  in sè stessa ed è mancato il cinismo e la giusta attenzione per chiudere una gara che era assolutamente alla portata del Palermo. Sottotono le prestazione di Falletti e di Trajkovski. Il pari lascia scontente entrambe le compagine, ma per come si stava mettendo la partita e per le pesanti condizioni del campo, un punto è un risultato tutt’altro disprezzabile.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.