Resta in contatto

News

Iscrizioni Figc: stop sconti e penalizzazioni, chi non paga gli stipendi è fuori

La ‘rivoluzionaria’ ma necessaria decisione nel Consiglio Federale, dal 2019 si cambia. Eletti comitati di presidenza e tavoli di lavoro

Niente più sconti. Da ora in avanti i club che non pagheranno gli stipendi ai tesserati per due scadenze consecutive saranno esclusi dai campionati. L’annuncio è stato dato dal nuovo presidente federale Gabriele Gravina a margine del Consiglio Federale che lunedì ha approvato le nuove linee guida sulle iscrizioni per la prossima stagione. Una novità che dovrebbe presupporre la fine di un trend, quello delle iscrizioni a singhiozzo con relative penalizzazioni che finivano per falsare i campionati.

Dal 2019 non sarà più così: bisognerà presentare tutta la documentazione entro il 24 giugno e dunque non più entro il 30, mentre entro il 4 luglio la Covisoc darà comunicazione dell’accettazione della domanda; entro l’8 si potrà fare ricorso, entro il 12 il Consiglio Federale prenderà la decisione finale. Ovviamente tutto questo è stato stabilito per evitare di rivivere una estate tremenda come quella del 2018. Il sistema delle Licenze nazionali per la stagione 2019-2020 sarà approvato dal Consiglio Federale il prossimo 18 dicembre, con sei mesi di anticipo sulla presentazione delle domande di iscrizione, garantendo così il tempestivo avvio dei campionati e anticipando i termini perentori di presentazione e valutazione degli adempimenti.

A margine del Consiglio è stato anche eletto il Comitato di presidenza (ne fanno parte lo stesso Gravina, Sibilia, Lotito, Ghirelli e Beretta) oltre alle commissioni che entro la metà di gennaio dovranno consegnare al Consiglio una prima stesura dei lavori: Club Italia, Impiantistica, Marketing, Riforma dei campionati e Giustizia Sportiva.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News