Resta in contatto

News

IL PUNTO di Mario Giglio – Palermo: primi sì, ma torniamo al 3-4-3?

Giocatori sereni: nonostante i tanti rumors che riguardano la società e la sua cessione, i rosanero si allenano tranquillamente al Tenente Onorato di Boccadifalco e preparano l’importante sfida con il Benevento

A Palermo Stellone si prepara al big match sapendo di non potere recuperare Struna, tornato dagli impegni con la nazionale con un infortunio al ginocchio. Ma questa assenza a nostro giudizio non crea assolutamente problemi, visto l’organico del Palermo, quindi possiamo dire che non c’è un’emergenza in difesa. Il che consentirà di non affrettare il recupero di Struna che potrà recuperare con calma. Se solo Stellone non insistesse sul fallimentare 4-4-2… ma come, direte, siamo primi in classifica? Avremmo giocato meglio molte partite anche vinte. E pensare dove saremmo se solo avessimo giocato fin dall’inizio, dai tempi di Tedino, con il 3-4-3 e giocando per vincere. Con Szyminski a destra, Rajkovic al centro ed a sinistra Bellusci. Avessimo avuto questa difesa, a Verona non avremmo mai preso il gol dei gialloblù perchè la zona dove abbiamo in cui è arrivato sarebbe stata presidiata dal polacco.

Con il centrocampo a 4, con i cursori a spingere sulla fasce e provare anche ad andare al tiro, con Rispoli a destra e Salvi a sinistra… ma chi ci fermerebbe? Basta, per favore, dover vedere un giocatore del livello di Rispoli che scatta, supera la metà campo e poi è costretto a passare la palla indietro. Deve puntare la porta e poi crossare, fare assist o scambiare al limite dell’area, ricevere palla e, come sa ben fare, segnare!

Ed al centro Muravski in regia, accanto a lui Campofranco ma se vuoi anche Jajalo, ma sganciato da compiti di regia e tornato al ruolo di ala o trequartista, ma anche Haas. Il centrocampo sarebbe a posto. Infine in attacco Nestorovski punta centrale, con i giocatori citati dietro sarebbe sicuro di ricevere palle giocabili e avere tante palle-gol ed accanto a lui come punte in area Puscas a sinistra ed a destra Trajkovski, un altro che le cose migliori le sa fare in area. Non ci credete? Allora andate a guardare il gol segnato da Trajkovski in area con la Macedonia nelle ultime partite con la sua Nazionale.

Ed in più ci sono anche Moreo nel 3-4-4 e Falletti che rende meglio come seconda punta. Costringendo gli attaccanti a tornare indietro e fare i difensori si snaturano le loro caratteristiche. Sono attaccanti che per natura fanno male la fase difensiva, potrebbero essere costretti a fare fallo e farsi espellere come succedeva per questo a Coronado. Ma non insegnano nulla questi episodi? In ogni caso con questa formazione e con questi protagonisti il Palermo sarebbe sicuramente invincibile. Fondamentale sarebbe giocare per vincere e non giocare (come era abitudine con Tedino e ne piangiamo ancora le conseguenze, purtoppo anche con Stellone), in certi tratti delle partite, per non prendere gol o fare possesso palla.

Basta rifletterci: è stato solo con l’ingresso di Muravski e Moreo nell’ultima partita in casa con il Pescara che il Palermo ha trovato finalmente sbocchi, con la realizzazione di due gol proprio da parte dei subentrati. Questo organico del Palermo, come ha dimostrato quando gioca all’attacco con continuità, va tranquillamente in gol. Quindi preoccupiamoci di giocare così piuttosto che cercare di adattarci al gioco degli avversari, che non porta mai risultati positivi. E diciamo questo come contributo ad una seria riflessione su come affrontare venerdì sera il Benevento. Contro il Benevento Stellone dovrà fare i conti con due possibili schieramenti avversari.

Bucchi potrebbe riproporre il 4-3-3 o potrebbe presentarsi con un 3-5-2. Per contrapporsi Stellone, sbagliando, non vuole schierare la difesa a tre ma insistere schierando ancora la difesa a quattro, dopo averla proposta nelle sfide contro Pescara e Verona. Dimostrerebbe, così, di volersi prima di tutto difendere piuttosto che attaccare ed imporre il gioco come dovrà assolutamente fare se vorrà alla fine vincere questo importante incontro con il Benevento ed allungare decisamente sulle terze in classifica, tra cui proprio la squadra giallorossa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News