Resta in contatto

News

Palermo, Zamparini: “Rinforzi a gennaio per la A”

Il patron rosanero porta avanti la trattativa per la cessione e nello stesso tempo non perde di mira  l’apertura del mercato invernale. L’obiettivo è rinforzare la squadra per avere una base forte e un organico già pronto per la massima serie

Zamparini, indipendentemente dalle ultime notizie sulle indagini da parte della Procura di Caltanissetta, prosegue la trattativa per la cessione del Palermo ed è rientrato ieri in Italia dopo essere stato a Londra dove ha incontrato i rappresentanti della società che intendono acquistare il 100% del Palermo. Queste le sue dichiarazioni rilasciate ai microfoni de il “Corriere dello Sport” sul futuro prossimo del Palermo : “Non dico più niente, mi sono ripromesso di non parlare. Saprete tutto il giorno in cui verrò a Palermo a presentare la nuova proprietàQuando? Oggi, domani, lunedì… sarà una sorpresa”.

Come pare di capire, il closing slitterà di qualche giorno ma pare che la volontà delle parti interessate al passaggio di proprietà del Palermo Calcio sia rimasta sempre quella di chiudere positivamente la trattativa, nonostante la pressione mediatica e le vicende giudiziarie, ovviamente tutte da dimostrare non sulla stampa ma nelle sedi competenti, come si augura anche l’Anm. Il rientro in Italia di Zamparini è indicativo di un avanzamento del processo di cessione. Infatti la firma davanti al notaio arriverà sembra a Milano, dove sono attesi nei prossimi giorni gli emissari del gruppo acquirente.

Ricordiamo inoltre che in realtà la trattativa per la cessione delle quote del Palermo sarebbe ormai di fatto conclusa. E’ possibile anche che i motivi del temporeggiamento per la chiusura definitiva possono essere fisiologici e dovuti anche a normali tempi burocratici e messa a punto dell’accordo e della clausose per la cessione. Il che potrebbe non essere un male ma un bene per il futuro del Palermo, che andrebbe nelle mani di chi vuole continuare a livelli più alti di quelli nelle possibilità di Zamparini e non, come stava per succedere, in mano di chi – promettendo mari e monti senza mantenere – avrebbe potuto provocare danni enormi.

Sidoti? « Faceva parte di un collegio di tre giudici, lo hanno messo in croce. Ma per favorire una sentenza avrebbero dovuto corromperne tre…». Ed infatti se gli altri giudici avessero deciso diversamente sarebbe passato in minoranza e la sentenza sarebbe stata un’altra, come il giudizio determinante dei tre saggi chiamati a valutare il bilancio che di fatto hanno certificato la bontà e la correttezza dell’esercizio pur riconoscendo che come tutto era anch’esso perfettibile. Ma Zamparini, fortunatamente per chi ama i colori rosanero, non si fa distrarre e pensa anche al campionato, alla squadra, al calcio giocato ed al calciomercato di gennaio «Il Palermo a gennaio verrà potenziato per preparare l’avventura in A».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News