Resta in contatto

News

Zamparini: “Tranquilli, è tutto ok”. Ma intanto la Lega di B scrive al Palermo

L’ex patron rosanero butta acqua sul fuoco. Sulla cessione del Palermo restano ancora tanti punti da chiarire e le istituzioni calcistiche si stanno già muovendo. Entro il mese di dicembre, la documentazione in Lega

Regna l’incertezza. Da un lato c’è curiosità, dall’altro il timore di finire male. Mentre la squadra miete vittorie, la società cambia proprietario, ma le modalità tutt’altro che chiare fanno sorgere mille dubbi. Stando a quanto dichiarato dal finanziere Emanuele Facile, il Palermo NON è stato ceduto alla Global Futures Sports & Entertainment di Clive Richardson. Facile ha detto che la firma sull’atto notarile è della Sport Capital Group Investment, società fondata il 30 novembre scorso, giorno in cui il Palermo annunciava il passaggio del 100% delle quote e di cui lo stesso Facile è titolare, assieme a Clive Richardson e John Michael Treacy. Facile, quindi, non ha chiarito a chi realmente appartiene il club. Treacy, invece, potrebbe essere il socio forte, quello che in maniera più o meno diretta farà arrivare nuovi capitali nelle casse del Palermo, probabilmente servendosi della Eight Capital Partners Plc (altra società tirata in ballo nelle ultime ore). Una galassia finanziaria dentro alla quale è difficile orientarsi, anche per chi tratta abitualmente la materia.

Maurizio Zamparini dal canto suo getta acqua sul fuoco, provando a rassicurare la piazza: “Non posso più parlare dell’operazione e delle strategie societarie – ha dichiarato l’imprenditore friulano a Gds.it c’è scritto nel contratto. Posso solo parlare di calcio giocato, quindi chiedetemi giudizi sulla squadra o sull’allenatore, ma non posso parlare di altro. Posso però dire che questa cessione è tutta reale, non c’è nessun problema, va tutto bene, potete restare tranquilli”.

I tifosi però, quando Zamparini parla di cessione, tranquilli non lo sono affatto. La piazza non si fida dopo i tanti annunci che negli anni hanno prodotto solo chiacchiere e barzellette. A sorvegliare sull’intera vicenda saranno le istituzioni calcistiche. Ci sono scadenze ben precise da rispettare: 30 giorni dalle firme sull’atto notarile, 20 dalla costituzione del nuovo consiglio d’amministrazione. Sono queste le scadenze per l’invio della documentazione richiesta dalla Lega Serie B che già giovedì scorso ha inviato una prima mail alla società di viale del Fante, mail alla quale – stando a quanto si legge su gazzetta.it – al momento non è seguita risposta. La Lega, attenendosi alle norme approvate dalla Figc dopo il caso Parma, è tenuta a chiedere garanzie al Palermo sia dal punto di vista finanziario (solidità economica della nuova proprietà) che di onorabilità. E quest’ultimo punto, tradotto in soldoni, significa che qualcuno deve metterci la faccia.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News