Resta in contatto

Approfondimenti

Che Palermo! Il festival del gol, 25 reti per 12 firme. Nessuno come i rosanero

Finora sono andati a segno 5 attaccanti, 5 difensori e 2 centrocampisti. Tante reti sono arrivate da calci piazzati. Ma all’appello mancano nomi importanti

12 giocatori del Palermo hanno esultato almeno una volta in questa prima parte di stagione: nessuna squadra in B ha mandato tanti elementi in rete. In questa speciale classifica – a cui oggi la pagina regionale de La Gazzetta dello Sport ha dedicato un approfondimento – la squadra di Stellone è davanti a Foggia e Benevento che fanno registrare 11 marcatori diversi. A quota 10 Cremonese e Spezia. In coda (con soli 6 goleador) Cosenza, Cittadella e la prossima avversaria dei rosa, il Livorno.

Tradotto in termini pratici, significa che le squadre che segnano con meno giocatori, dipendono di più dai loro bomber. Al contrario quelle (come il Palermo) che segnano con più elementi, hanno maggiori soluzioni offensive. Prendiamo ad esempio il Brescia: 28 gol fatti, appena 7 calciatori andati a segno. Le Rondinelle finora sono state trascinate da Donnarumma (capocannoniere del torneo con 13 reti, quasi la metà del bottino totale della formazione lombarda). Ma se Corini dovesse perdere il suo bomber per qualche settimana?

Il Palermo o il Benevento, invece, stando a questa statistica, hanno maggiori soluzioni per risolvere le partite. Degli attaccanti in rosa a disposizione di Stellone, solo Embalo (finora impiegato pochissimo) e Lo Faso (mai impiegato, perché infortunato da inizio stagione) non hanno fatto gol. Nestorovski è il più prolifico (6), Puscas, che ad oggi può essere considerato la prima alternativa in attacco, ha già segnato 3 volte.

Altro dettaglio non di poco conto, i calci piazzati: la squadra rosanero sfrutta benissimo la propria fisicità, non a caso è anche la formazione che segna di più da corner o sugli sviluppi calci di punizione. L’unico neo, per usare un eufemismo, i gol dei centrocampisti, appena 2, uno di Jajalo e l’altro di Murawski. Ma va detto anche che in un Palermo superoffensivo come quello schierato di recente da Stellone, è ovvio che i due centrocampisti centrali devono stare più attenti a proteggere la difesa che a spingersi in avanti.

Finora oltre a Nestorovski (6) e Puscas (3) hanno segnato Trajkovski (4), Moreo, Rajkovic e Salvi (2) e poi (una rete a testa) Falletti, Jajalo, Murawski, Mazzotta, Bellusci e Struna. All’appello, però, mancano nomi importanti come Rispoli (l’anno scorso a segno 6 volte, idem l’ultimo anno di A), Aleesami, Haas e Chochev.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti