Resta in contatto

News

Il Livorno non si piega: Palermo fermato sul pareggio. Il commento

Allo stadio “Renzo Barbera” gli uomini di Breda bloccano i rosanero grazie ad una prestazione oltre le aspettative. Decimo risultato utile consecutivo per Roberto Stellone.

Se è vero che il “calcio è strano”, non c’è da stupirsi per il risultato finale di Palermo-Livorno, match della sedicesima giornata di Serie B, andato in scena questo pomeriggio allo stadio “Renzo Barbera”. Gli uomini di Stellone non vanno oltre l’1-1 contro un ottimo Livorno, mai arrendevole e pericoloso a più riprese dalle parti di Alberto Pomini, oggi titolare al posto di Brignoli, colto da una sindrome influenzale nelle scorse ore.

Eppure la partita si mette subito sui binari giusti, quando al 14’ César Falletti sfrutta l’ampio spazio tra centrocampo e difesa amaranto e serve un assist che Moreo capitalizza: vantaggio del Palermo e “Barbera” (semivuoto) che pregusta il dominio del match. Invece gli ospiti non abbassano la testa e, compatti dietro ma propositivi quando i padroni di casa offrono spazi, dopo poco più di 10 minuti trovano il pareggio con Raicevic, bravo a vincere il duello in area con Rajkovic. Doccia fredda per Stellone e per i cinquemila tifosi rosanero presenti sugli spalti.

Il Palermo insiste nella ricerca del vantaggio, ma il palleggio ostinato sulla trequarti non porta i risultati sperati: a mancare è sempre l’ultimo passaggio. E quando l’assist arriva, gli avanti rosanero non riescono a centrare lo specchio. Livorno che dà l’impressione di non accontentarsi del pareggio. Diamanti ci prova un paio di volte dalla distanza, ma è da un corner che arriva la più ghiotta delle occasioni per fare il colpaccio a casa della capolista: soltanto i riflessi di Alberto Pomini salvano il risultato. L’assedio finale del Palermo non fa male agli uomini di Breda che, contro ogni pronostico, strappano un pareggio più che meritato. Decimo risultato utile per i rosanero; raggiunta quota 30 in classifica.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News