Resta in contatto

Approfondimenti

Palermo-Livorno, Pomini: “La tripla parata? Ho fatto così…”

Il portiere rosanero fra i migliori dei suoi nonostante sia stato chiamato in causa all’ultimo momento per i problemi intestinali di Brignoli: “Stamattina l’ho visto un po’ pallidino”

Sulla tripla parata ho avuto un po’ di fortuna – dice Alberto Pomini – ho avuto la palla sempre a portata di braccia. Quando vengo chiamato in causa cerco di dare il massimo. Rajkovic? Ha subito una spinta, c’è poco da spiegare. È andata così. Gli ha tolto il tempo. Poi, è chiaro che dopo è facile recriminare, loro hanno preso coraggio con quella rete. Peccato, nel primo tempo abbiamo creato tanto, nel secondo col passare del tempo loro hanno chiuso bene tutti gli spazi, siamo stati un po’ disordinati. In casa nostra le squadre si chiudono e poi ripartono. È normale fare un po’ di fatica. Ma nel complesso credo che il Livorno ai punti abbia meritato”.

Quella contro il Livorno era la prima di una serie di partite che potrebbero dare lo slancio ai rosanero verso il titolo di campione d’inverno. “Andiamo avanti per la nostra stradadice PominiLa serie B premia la costanza. Adesso dobbiamo dare il massimo come abbiamo sempre fatto. Tolto il pareggio oggi l’approccio giusto e la determinazione in campo l’abbiamo sempre messa. Brignoli? Stamattina l’ho visto un po’ pallidino. Ha avuto una notte un po’ movimentata, lui sta facendo bene, io lavoro sempre per farmi trovare pronto. Ragioniamo in termini di squadra e speriamo di arrivare all’obiettivo finale. La competizione con lui è normale che ci sia. Si alza il livello delle prestazioni e sa bene anche lui che non deve mollare nulla perchè non se lo può permettere. Se la concorrenza è fra giocatori bravi, meglio per la squadra“.

Un po’ di dispiacere per non avere approfittato del turno favorevole del campionato, visti gli scontri diretti di domani, resta. “Il rammarico c’è – dice Pomini – Prendiamo il lato positivo e ci prepariamo alle prossime partite. È il decimo risultato utile consecutivo. L’importante è il Palermo in serie A e la costanza che stiamo avendo sarà fondamentale. Nuova proprietà? Resta tutto fuori dallo spogliaotio, in questo momento non ci sta mancando nulla. L’importante è continuare su questa strada. Vincere fa mantenere l’ambiente sereno. Il gruppo è coeso, con il mister Stellone ci troviamo benissimo e abbiamo una figura di riferimento come Foschi che per noi è fondamentale“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti