Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Palermo, la strada verso la promozione. Numeri alla mano, Stellone meglio di Iachini

La tabella per la Serie A. Il confronto con i rosanero di Bruno Tedino e del tecnico dei record; la proiezione del mister e quella di Brignoli: un po’ di statistiche.

2 punti in più rispetto alla scorsa stagione, con una partita in meno; 26 gol fatti, quattro in più, 12 gol subiti, quattro in meno: questo il risultato del confronto tra il Palermo del 2017/18 e quello di oggi, primo in classifica e imbattuto da dieci giornate. A proporre il paragone statistico è La Repubblica-Palermo, che traccia anche la tabella per la Serie A: “Promozione a 66 punti, parola di Stellone”, il titolo dell’articolo a pagina 17 del quotidiano oggi in edicola.

E lo fa a partire dalla proiezione del tecnico rosanero: “Una squadra che alla fine della stagione vince il campionato – ha detto Stellone nel post partita di Palermo-Livorno – su 36 partite in calendario in una ipotetica tabella potrebbe fare 18 vittorie, 12 pareggi e 6 sconfitte”. Per Roberto Stellone, dunque, la soglia minima per conquistare la promozione nella massima serie è di 66 punti. Decisamente più bassa rispetto a quella indicata da Alberto Brignoli, che “tempo fa – si legge sul quotidiano – aveva fissato la quota promozione a 75 punti”.

La statistica, evidenzia La Repubblica-Palermo, viene calcolata su 36 giornate, considerando che l’anno scorso “con tre squadre in più rispetto a questa stagione le giornate di campionato furono 42 anziché 36”. Quel Palermo, alla trentaseiesima, era in terza posizione con 60 punti, a -2 dal Frosinone secondo e staccato dal corsaro Empoli, che guidava la classifica a quota 73: 15 vittorie, 15 pareggi e 6 sconfitte il ruolino di marcia della squadra allora allenata da Bruno Tedino. L’unica statistica “in rosso” riguarda il bomber Ilija Nestorovski, che “in questa stagione di gol ne ha realizzati meno: 6, ma nel complesso insieme ai suoi compagni ha assicurato un rendimento migliore a tutta la squadra”.

“Se il Palermo dovesse mantenere la media attuale di due punti a partita – si legge – si ritroverebbe a fine campionato con 72 punti, quasi in linea con l’andamento del Palermo dei record di Beppe Iachini”. E la squadra di Stellone è al passo. Anzi, ad oggi ha fatto meglio: dopo sedici giornate, i rosanero di Iachini aveva totalizzato 30 punti, come Nestorovski&co che, però, ne hanno giocate quindici.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.