Resta in contatto

News

Stirpe: “Il campionato del Frosinone è condizionato dal Palermo”

Sembra quasi una scusa come quelle di John Belushi, fatto sta che il presidente dei ciociari punta il dito sui rosanero per giustificare i numeri che lo hanno portato a esonerare Longo

Se una tua ex che pensa di essere stata tradita ti minaccia con un fucile d’assalto M16 ci può stare che cerchi delle scuse più o meno valide per giustificarti. “Ero… rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!” è il crescendo di scuse più famose della storia del cinema tratto dal film The Blues Brothers e pronunciato da John Belushi sotto la minaccia delle armi.

Ma se hai appena esonerato il tuo allenatore dopo 10 sconfitte, 5 pareggi e una vittoria non si può pensare di tirare in ballo una partita del 16 giugno scorso. E invece il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe annunciando in conferenza stampa l’esonero di Moreno Longo e l’ingaggio di Marco Baroni ha proprio tirato in ballo il Palermo.

La nostra stagione – ha detto – è stata condizionata dal Palermo“. Cioè, è colpa dei rosanero se il suo Frosinone in 16 partite ha segnato 11 gol e ne ha subiti 35, guadagnandosi in un colpo solo il titolo di peggior difesa e peggior attacco del campionato. “Abbiamo iniziato la stagione in ritardo – ha sottolineato Stirpe – condizionati dalla vicenda Palermo. I processi con i rosanero hanno rallentato tutte le nostre operazioni. Abbiamo finito la stagione il 16 giugno e un altro mese lo abbiamo perso per attendere le sentenze che coinvolgevano noi e il Palermo. Il Frosinone ha iniziato a giochicchiare in ritardo di un mese a causa di tutte queste situazioni. Adesso, rinforzeremo, senza dubbio la squadra“.

Cavallette permettendo.

26 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News