Resta in contatto

News

Calciomercato, Palermo: Struna piace in Croazia e negli States, ma la cessione diventa un caso

Il difensore sloveno, in scadenza di contratto nel giugno del 2019, secondo Alfredo Pedullà potrebbe lasciare il Palermo già a gennaio

Aljaz Struna subito via da Palermo. L’imminente riapertura del mercato riporta al centro di trattative (o presunte tali) il centrale della Slovenia, già quest’estate dato in partenza, ma poi rimasto in rosanero così come tutti i cosiddetti “big scontenti”. Stando a quando riporta Alfredo Pedullà, noto esperto di calciomercato, i tempi adesso potrebbero essere maturi per l’addio; voce avallata anche da un articolo di oggi sul Corriere dello Sport.

“Recentemente si erano fatte avanti alcune società di Serie B – si legge sul sito di Pedullà -. E nelle ultime ore si è mosso l’Hajduk Spalato che cerca uno specialista con quelle caratteristiche. Ma la mossa del club croato è stata tardiva perché su Struna si inserito con concretezza un club americano. Una trattativa che è entrata nella fase decisiva e permetterà di battere qualsiasi concorrenza”.

Il club americano di cui Pedullà non fa il nome, stando ad alcune indiscrezioni che circolano sul web, potrebbe essere il Los Angeles Galaxy, la squadra che ha in forza Zlatan Ibrahimovic. Struna domani con lo Spezia non ci sarà, perché infortunato. Il difensore è indisponibile a causa di un problema ad un ginocchio, riportato in occasione dell’ultima partita giocata con la sua nazionale.

Nelle ultime ore la cessione del giocatore rischia di diventare un caso. L’allenatore Roberto Stellone non ne ha voluto parlare in sala stampa, limitandosi a dire che per lui è indisponibile. Ma Struna sarebbe già negli States.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News