Resta in contatto

Approfondimenti

Spezia-Palermo, Stellone: “Ora dobbiamo fare di più in casa, spero nell’aiuto dei tifosi”

L’allenatore rosanero al termine della partita pareggiata a La Spezia snocciola statistiche e chiama a raccolta i tifosi per giovedì

Quello di La Spezia per l’allenatore del Palermo Roberto Stellone è un punto guadagnato. “È stata una partita equilibrata – dice Stellone –tutte e due le squadre hanno cercato di prevalere sull’altra. A sprazzi abbiamo giocato meglio noi nel primo tempo, ma anche i nostri avversari hanno avuto qualche occasione. È stata una bella partita fra due squadre che hanno provato a vincere. Va dato merito a entrambe per il livello della prestazione che hanno offerto che è stato buono. Nestorovski? Per noi è molto importante e la sua assenza si sente. Moreo e Puscas, però, hanno disputato comunque un’ottima partita. Abbiamo giocato bene sia in fase offensiva che difensiva, abbiamo trovato il gol dopo un’ottima azione che ha coinvolto tutti gli attaccanti. Non è facile venire qui a La Spezia e giocare come abbiamo fatto noi. Quello che conta è che siamo imbattuti da 11 partite: i campionati si vincono anche senza perdere le partite come quella di oggi. Il punto è positivo. Adesso abbiamo l’opportunità di riprenderci i punti che abbiamo lasciato oggi contro l’Ascoli che verrà a Palermo giovedì per cercare di farci lo sgambetto”.

Il tecnico snocciola un po’ di statistiche per dimostrare che la partita del Picco è stata sempre sul filo dell’equilibrio. “Abbiamo provato a vincerla entrambi – dice – anche lo Spezia ha giocatori di qualità. Le statistiche sono identiche: 500 passaggi noi e 450 loro, anche i tiri sono gli stessi. E’ stata una partita con un grande equilibrio. Certi minuti meglio noi, certi meglio loro. La squadra è la stessa che aveva fatto 5 partite e 8 punti. Noi abbiamo fatto 11 partite e 23 punti, è un buon bottino. Sappiamo che non è facile ma i ragazzi stanno rispondendo bene. In casa dobbiamo fare qualcosa di più, in trasferta siamo già la capolista. Da domani pensiamo all’Ascoli“.

Stellone giovedì sera contro l’Ascoli si aspetta il pubblico delle grandi occasioni. “Ci teniamo le belle prestazioni che abbiamo fatto – dice l’allenatore – e il fatto che la squadra sia in casa che fuori riesce sempre a trovare la via del gol. Adesso dobbiamo fare qualcosa in più in casa, ad oggi i punti che mancano sono quelli delle partite non vinte in casa. Mi auguro di trovare un pubblico un po’ più presente adesso, perché questo è un momento importante. Spero contro l’Ascoli di trovare una cornice di pubblico degna di nota perché la squadra lo merita. Stiamo andando bene, il campionato è ancora lungo e dobbiamo continuare a lavorare e pensare in modo equilibrato sia fuori che dentro il campo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti