Resta in contatto

Approfondimenti

L’ex vice presidente del Palermo Miccichè: “Zamparini venderà, ma non ho capito a chi”

L’ex dirigente storico rosanero rimasto in sella dall’era Sensi a quella dell’imprenditore friulano parla del closing a Radio Time

Guglielmo Miccichè, ex vice presidente della gestione Zamparini fino a marzo del 2017, ha detto la sua sul closing nel corso di un’intervista rilasciata alla trasmissione radiofonica Time Sport su Radio Time. “Credo che la storia sia vera – dice Miccichè – che Zamparini stia cedendo o abbia ceduto la società. Secondo me finirà positivamente, lui vuol dismettere la sua presidenza palermitana e credo che effettivamente la stia cedendo. Solo che non si capisce bene qual è la controparte di quest’operazione, perché con tutte queste società inglesi che sono delle scatole cinesi, noi cittadini normali non riusciamo a capire lo svolgimento. Quando si vende una società per azioni solitamente tutte queste operazioni sono alla luce del sole, chiare e non si sviluppano in tre mesi come abbiamo visto ma si chiudono in 15-20 giorni, se c’è la volontà di chiuderle. Ecco la mia incertezza è dovuta a chi comprerà il Palermo. Ma io credo che la trattativa sia una trattativa seria e che lui veramente stia cedendo il Palermo“.

L’ex vice presidente un paio di mesi fa era stato contattato da Zamparini per sapere se era disponibile a tornare nel Palermo. “Zamparini mi disse che lui sarebbe rimasto come componente esterno – dice Miccichè – ed anche questa è una figura poco chiaro nel mondo del calcio. Lui mi disse che avrebbe avuto piacere che io entrassi nel nuovo consiglio di amministrazione della nuova società con un ruolo diciamo di consigliere. Io gli dissi che non avevo nessun tipo di remora in proposito però volevo dei chiarimenti, volevo capire quale sarebbe stata la nuova società, quali sarebbero stati i nuovi proprietari, il nuovo capitale azionario, gli obiettivi di questa società: insomma capire cosa c’èra dietro tutta questa situazione . Lui mi disse di stare tranquillo che a breve avrebbero dato delle notizie in merito ma io vedo che le notizie sono ancora piuttosto frammentarie. C’è poca chiarezza ma qualcosa si muove”.

Quella di Miccichè, però, non è una chiusura a prescindere. Anzi, nel Palermo ci tornerebbe al galoppo. “Dipende da chi sono i nuovi proprietari – dice Miccichè – dalle domande che ho posto prima a Zamparini e a cui non ho ancora avuto risposta. Ma obiettivamente non solo io, nessuno ha avuto risposte. Io non ho difficoltà, il mio amore per il Palermo  è esagerato così come il mio amore per questa città. Se ci fosse la possibilità di dare una mano, perché no, però ci devono essere delle situazioni non dico solo chiare ma molto più che chiare. Soprattutto vorrei sapere con chi andrei a interagire”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti