Resta in contatto

Approfondimenti

Dilemma attacco per Stellone: Palermo ancora col 4-3-2-1 oppure di nuovo 4-2-4?

Venerdì riprende il campionato, e il tecnico rosanero dovrà scegliere come affrontare la Salernitana al Barbera: nelle ultime 2 partite del 2018, il Palermo ha fatto 6 punti, con 2 trequartisti e il solo Moreo di punta

Mazzotta, Rajkovic e Nestorovski hanno recuperato e contro la Salernitana, fischio d’inizio alle 21, ci saranno. Tira un bel sospirone di sollievo Stellone, soprattutto per ciò che concerne la difesa. Mazzotta andrà a ricoprire il vuoto lasciato da Aleesami, a sua volta infortunato e fermo fino a fine mese. Rajkovic sarà il perno della difesa in assenza di Bellusci, squalificato per un turno: al fianco del serbo giocherà uno tra Szyminski e Pirrello, col polacco che ad oggi appare leggermente favorito.

I dubbi riguardano l’attacco. Nestorovski, se al meglio, con ogni probabilità verrà impiegato dal primo minuto, ma il “come” – tatticamente parlando – è tutto da verificare. Stellone potrebbe tornare al 4-2-4, rimettere sulle fasce Trajkovski e Falletti, e Moreo (il migliore tra gli attaccanti nel finale del 2018) accanto al capitano macedone. L’alternativa, non del tutto illogica, sarebbe quella di insistere sul 4-3-2-1, quindi una sola punta e 2 trequartisti, sistema di gioco che ha fruttato 6 punti contro Ascoli e Cittadella. E a quel punto Moreo entrerebbe in competizione con le stesso Nestorovski.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti