Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Foschi cerca investitori per il Palermo. E Richardson intanto su Instagram…

Mentre Facile riceve gli ispettori della Covisoc allo stadio e Zamparini valuta azioni legali contro la Sport Capital Group perché (sostiene) sarebbe stato raggirato, Foschi cerca soldi per evitare il crack e Richardson promette “eccitanti novità dal mercato”

Foschi a Milano, Zamparini ad Aiello del Friuli, Facile a Palermo e Richardson da qualche parte in Inghilterra. Ecco il quadrilatero rosanero entro il quale si deciderà il futuro del club. Partiamo da Milano, sede del calciomercato: Foschi è lì, ma non per trattare giocatori. Il dirigente romagnolo – stando a quanto riportano vari organi di stampa oggi – sta cercando investitori disposti a tirare fuori soldi per cercare di evitare il crack e arrivare a fine campionato. La squadra è prima, anche senza nuovi acquisti può competere per la Serie A, ma vanno sostenute le spese di gestione, a cominicare dagli stipendi ai calciatori (prossima scadenza 16 febbraio).

Zamparini, agli arresti domiciliari, ha convocato a casa i suoi legali e sta valutando azioni legali contro gli inglesi perché si sente raggirato. Gli inglesi avrebbero dovuto immettere subito nelle casse del Palermo quei milioni di euro necessari per far fronte alla situazione di emergenza che già la società di revisione (la Baker Tilly Revisa) aveva messo in evidenza nel bilancio approvato lo scorso novembre. Certo, fa specie come Zamparini – ormai da anni – prima dichiari di aver trovato investitori seri/preparati/forti in grado di riportare il Palermo in Europa, salvo poi sentirsi truffato e minacciare querele e denunce. Un film già visto.

Facile a Palermo è arrivato ieri, ha cercato di rassicurare tutti dicendo che così come è successo finora, la nuova proprietà manterrà gli impegni presi e che alla Lega verrà presto fornita il resto della documentazione per ottenere l’ok al cambio di proprietà. I 2 comunicati emessi ieri sera dalla società non hanno chiarito un bel nulla, hanno semplicemente ribadito quanto detto in precedenza, ma di soldi veri ancora non ne sono entrati nelle casse del club, neppure un euro. E stamattina ha ricevuo la visita degli ispettori della Covisoc che vogliono vederci chiaro sul passaggio di proprietà e non solo.

E poi c’è Richardson, il presidente dissociato: mentre Foschi cerca disperatamente soldi per evitare il crack, lui, chissà da quale angolo dell’Inghilterra posta comunicati artiginali su Instagram: ieri sera (cioè, dopo un mese dalla nomina!) ha fatto sapere a tutti che il suo è un ruolo non esecutivo, che lui non rappresenta alcun investitore, ma si muove nell’ambito della gestione sportiva e che la parte finanziaria (cioé le rogne) sono totalmente a carico dell’amministraore delegato, cioè Facile. E poi, come se non bastasse, promette “eccitanti novità in arrivo per i tifosi dal calciomercato”. Viene da chiedersi, ma ci fa o ci è?

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico: "Le Coppe del Manchester City ci fanno vedere le potenzialità della proprietà e...
Successo con il Lecce al primo incrocio, poi tre pareggi - l'ultimo a dicembre con...
Il centrocampista rosanero all'antivigilia della sfida con la Cremonese è stato intervistato dal blog "Cronache...

Dal Network

Calcio Rosanero