Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ficarra non ci sta: “Palermo, cosa abbiamo fatto di male per meritare tutto questo?”

L’intervista de La Repubblica all’attore comico: “Da 3 anni non rinnovo l’abbonamento. Non andare allo stadio è la mia forma di protesta civile nonostante resti tifoso del Palermo e soffra per questa squadra. Io rispetto chi va allo stadio ma devo manifestare il mio dissenso”

Anche l’attore Salvo Ficarra parla della situazione odierna in casa rosanero. Intervistato da La Repubblica-Palermo, il comico palermitano dice la sua in merito al passaggio di proprietà che ha portato il club rosanero in mano inglese: “L’idea che mi sono fatto è che ormai da anni nelle vicende del Palermo non c’è nulla di chiaro. Dico che ogni volta che qualcuno si è fatto avanti per acquistare il club, lui (Zamparini, ndr) ha detto che questo soggetto lo voleva truffare. Negli ultimi tempi è successo con Baccaglini e con Follieri. In altri casi ha detto di avere controllato le garanzie economiche del compratore e allora mi domando che razza di garanzie ha controllato questa volta se ci troviamo in questa situazione? Da tre anni non rinnovo l’abbonamento. Non andare allo stadio è la mia forma di protesta civile nonostante resti tifoso del Palermo e soffra per questa squadra. Io rispetto chi va allo stadio ma devo manifestare il mio dissenso. Non posso avallare le sue decisioni”.

Lo scetticismo di Ficarra è lo stesso di tanti tifosi rosanero: “Io questo passaggio di proprietà non lo vedo. C’è un presidente dimissionario che ha fatto una conferenza stampa assurda. Hanno comunicato di aver preso il Palermo su internet. Ora, lo stesso che ha fatto la conferenza, dice di essere stato presidente ma non azionista. Zamparini diceva non aver venduto a Follieri perché non dava garanzie e di questi le garanzie dove le ha viste? Dove sono i soldi? Io mi auguro che lui possa dimostrare la sua innocenza, ma nel frattempo dice che noi palermitani dovremmo vergognarci. Ma gli chiedo, di cosa dovremmo vergognarci? Cosa abbiamo fatto noi palermitani per vergognarci? Cosa hanno fatto i giudici che hanno indagato per vergognarsi? Quella sulla magistratura è una frase pesante soprattutto se detta in una città come Palermo. Una frase che faccio fatica a capire”.

Quando Zamparini prese il Palermo da Sensi sapevamo tutti che il vero proprietario era lui. Venne in città, si prese gli applausi. Adesso non c’è nessuno che ci mette la faccia. Se io fossi il proprietario del Palermo – prosegue l’attore – verrei in città a tranquillizzare la gente, spiegherei come stanno le cose. Noi vorremmo vedere in tribuna un presidente con la sciarpa del Palermo al collo. E invece ancora oggi mi chiedo chi è il vero proprietario del Palermo? L’unico punto di riferimento era Foschi, che con 2 euro ha fatto una squadra che è prima in classifica, e lo hanno trattato in malo modo. Sento parlare di cambio di allenatore e mi ricorda l’atteggiamento di qualcun altro”.

Sugli inglesi che fin qui si sono avvicendati a Palermo, Ficarra preferisce non esprimersi: “Non posso dire liberamente il mio pensiero senza timore d’incorrere in denunce. Non ho elementi per sapere chi sono. Platt si è mangiato una granita ed è sparito, Richardson si è dileguato. L’unico che vediamo è Facile che non mi sembra inglese. Forse parla inglese. Come finirà? Io so solo come i tifosi vorrebbero che finisse. Noi tutti vorremmo che ci fosse un taglio netto con il passato e che si potesse riscoprire quella passione e quella gioia che avevamo sino a qualche anno fa. Ricordo ancora la finale dell’Olimpico. C’era lo sciopero dei taxi e a fine partita la città era invasa da maglie e sciarpe rosanero”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.