Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Repubblica: Cessione Palermo, Preziosi si defila. E Follieri si rifà vivo

Il presidente del Genoa si sarebbe tirato indietro dopo aver valutato la possibilità di assumersi il carico di debiti del club rosanero. Il finanziere foggiano cerca sponda sulla famiglia Mirri e prova a riallacciare con Foschi

Enrico Preziosi e il Palermo, un matrimonio che non s’ha da fare. Dopo i rumors insistenti delle ultime settimane, sembra che il patron rossoblù abbia deciso di non proseguire nell’operazione che avrebbe dato al club rosanero un nuova proprietà, composta da diversi imprenditori, guidata dal numero uno del Genoa.

“Troppe difficoltà, fra Genoa e Palermo insieme, da gestire – si legge su La Repubblica-Palermo oggi in edicola –E troppe situazioni poco limpide per assumersi il carico di ripianare i debiti e rilanciare insieme ad altri colleghi del mondo del calcio una società come sembrava in un primo momento che potesse accadere”.

Prosegue invece il lavoro di Dario Mirri. Il direttore generale di Damir srl, che può esercitare un’opzione d’acquisto del Palermo entro il 13 marzo, nei giorni scorsi è stato a Milano e ieri ha incontrato il presidente rosanero Rino Foschi per fare il punto della situazione. Con il passo indietro di Preziosi, che con il consorzio che avrebbe guidato sembrava essere il pole position per rilevare il club, è tutto rimesso in gioco, “al punto che – si legge sul quotidiano – lo stesso gruppo Follieri si è rifatto vivo sia cercando sponda sulla famiglia Mirri che provando a riallacciare i rapporti con Foschi”. Per Raffaello Follieri si tratterebbe del quarto tentativo di acquistare il Palermo calcio, dopo i due no secchi di Maurizio Zamparini nei mesi scorsi e l’accordo raggiunto e mai firmato con gli inglesi qualche settimana fa.

Le scadenze, però, si avvicinano minacciose: entro il 18 marzo vanno pagati stipendi, contributi e ritenute per i tesserati, altrimenti sarà deferimento e penalizzazione in classifica. “Foschi continua ad essere fiducioso, ma nel frattempo non sembra aiutare più di tanto Mirri nella ricerca di un acquirente, facendo leva sull’opzione concessa alla Damir. Foschi, inoltre, si fa forte del fatto che continua a sostenere di avere pronte delle alternative”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News