Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A, la Juventus nel segno di Moise Kean

Il classe 2000 bianconero decide l’anticipo allo Stadium contro l’Udinese (4-1) con una doppietta nella prima frazione e tante giocate di qualità fin quando è stato in campo

La Juventus vince in scioltezza nell’anticipo del venerdì, rifilando quattro reti all’Udinese e toccando quota 75 punti in classifica, figli di 24 vittorie e 3 pareggi nelle prime 27 di campionato, lasciando ancora a 0 la casella delle sconfitte. Numeri da capogiro in campionato, ma mentre le gambe erano in campo, la testa di tutti era inevitabilmente alla sfida di martedì contro l’Atletico Madrid che varrà una stagione.

Partita mai in discussione, con la squadra di Allegri che scende in campo per la prima volta in stagione senza Bonucci, Chiellini, Pjanic, Dybala, Mandzukic e Cristiano Ronaldo. L’avversario non è dei più proibitivi e i 50 punti di differenza in classifica si vedono tutti, nonostante le seconde linee dei bianconeri di Torino.

Apre Kean con una doppietta di pregevolissima fattura nella prima frazione, poi Emre Can dal dischetto (rigore conquistato dallo stesso Kean, a cui Allegri concede anche una meritatissima standing ovation) e Matuidi per i padroni di casa, il gol della bandiera è un gran sinistro di Lasagna che fulmina Szczesny.

Juventus-Udinese 4-1
Juventus (4-3-3): Szczesny; Caceres, Rugani, Barzagli (Bonucci), Spinazzola; Bentancur, Emre Can, Matuidi (Dybala); Bernardeschi, Kean (Nicolussi), Alex Sandro. All. Allegri
Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck (Opoko); Ter Avest, Stryger, Wilmot, Fofana, Zeegelaar; Pussetto, De Paul. All. Nicola.

Arbitro: Chiffi di Padova

Marcatori: 11′ e 39′ Kean (J), 22′ st Can rig. (J), 26′ st Matuidi (J), 39′ st Lasagna (U)

Note – Ammoniti Larsen, Pussetto, Opoku (U). Recupero: 2′ pt – 3′ st. Calci d’angolo 5-0.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.