Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosenza, Braglia: “Palermo non ti temo, ai miei giocatori chiedo…”

Il tecnico rossoblu in conferenza stampa analizza la situazione della sua squadra alla vigilia della partita contro i rosanero del suo collega Roberto Stellone

Motivazione e “cazzimma”, ingredienti principali della ricetta quotidiana di Piero Braglia. Ecco il resoconto della conferenza stampa del tecnico toscano secondo quanto messo in evidenza dal sito Tifocosenza.it. Litteri, che sta lavorando per ritrovare la propria condizione, e Izco non sono convocati, ma i loro infortuni si risolveranno in una settimana, massimo dieci giorni”. Poi, Braglia puntualizza: “Al di là dei moduli, quello che conta è l’atteggiamento della squadra. Non dobbiamo far giocare loro, non mi voglio difendere troppo basso. Voglio una squadra aggressiva, che dimostra di stare bene e di fare una grande partita”.

Poi, su Palmiero: “E’ convocato come tutti gli altri, è stato fermo per una settimana ma in campo si è sempre allenato”. Palermo, autentica corazzata della cadetteria: “E’ una squadra costruita per vincere, mi interessa relativamente cosa fa in campionato. All’andata, negli ultimi venti minuti, hanno aumentato i ritmi e ci hanno messi in difficoltà. Il Palermo ha classe, basterebbe un loro giocatore per fare il budget nostro”.

Il Cosenza, però, non teme nessuno, come dimostrato finora: “Non ho paura di loro, nemmeno i miei giocatori ne devono avere. Fino alla fine dobbiamo giocarci la partita, dobbiamo fare risultato. Mi aspetto una grande partita. A me basta che il Cosenza si salvi, non si può aspirare ad altro”.

Braglia, sulla situazione torti arbitrali, non si nasconde dietro ad un dito: “”C’è chi dice, come Nicchi, che queste sono categorie per imparare, ma a volte impari sulla pelle degli altri. Il problema è che quando succedono le cose, ci rimettiamo noi. Se retrocediamo, nessuno paga Guarascio dei danni ricevuti. Un arbitro lo prepari in D o in Eccellenza, ma quando arrivi a certi livelli devi essere tutelato”.

Il mister rossoblu si aspetta qualcosa in più da Maniero, che potrebbe rivelarsi elemento essenziale per il finale del campionato: “Onestamente mi aspetto molto da lui, per la categoria potrebbe essere quello che ci serve. Riccardo è bravo come ragazzo e non capisce che per continuare ad essere a certi livelli bisogna fare sacrifici. Vorrei vederlo motivato e con un agonismo che va oltre, è questo quello che serve per continuare a fare il giocatore per tanti anni”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'allenatore rosanero nel post partita del Rigamonti dopo la seconda battuta d'arresto di fila, questa...
I giudizi sulla prestazione dei rosanero sconfitti al Rigamonti per 4-2. Voto speciale per Soleri...
Con il fischietto siciliano una vittoria in Coppa Italia e un pareggio in campionato...

Dal Network

Gennaro Borrelli è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Succede tutto nel primo tempo tra Brescia e Palermo: in superiorità numerica i biancoblu completano...
Calcio Rosanero