Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Palermo, il club: “Il rinvio ci danneggia ma ribalteremo la sentenza”

Ecco le reazioni della società di viale del Fante alla decisione della Corte federale d’appello dopo il passo indietro del presidente Sergio Santoro in seguito all’articolo pubblicato da Repubblica

Il Palermo, prendendo atto dell’astensione comunicata in udienza dal presidente della Corte federale d’Appello Sergio Santoro per le notizie di stampa apparse su presunte indagini a suo carico “si rammarica che ancora una volta non sia riuscita ad ottenere tempestivamente risposta alle proprie istanze, per motivi estranei al procedimento in cui si trova coinvolta”.

La decisione del Presidente Santoro – si legge su una nota del club – espressamente motivata ai sensi dell’art. 51 cpc ultimo comma (sussistenza di gravi ragioni di convenienza), aggrava ulteriormente la posizione della società, che si trova a subire un ulteriore ritardo nella definizione della vicenda”.

Il Palermo annuncia anche che “all’udienza fissata per il prossimo 29 maggio la società, con i propri avvocati, ribadirà con forza le proprie ragioni, per fare valere i diritti del club e della città, convinta di potere ribaltare l’ingiusta sentenza del Tribunale Federale Nazionale“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

A Brescia, nella trasferta più nera della stagione, i rosanero hanno subito tutti i gol...
L'allenatore rosanero nel post partita del Rigamonti dopo la seconda battuta d'arresto di fila, questa...
I giudizi sulla prestazione dei rosanero sconfitti al Rigamonti per 4-2. Voto speciale per Soleri...

Dal Network

Gennaro Borrelli è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Succede tutto nel primo tempo tra Brescia e Palermo: in superiorità numerica i biancoblu completano...
Calcio Rosanero