Resta in contatto

Approfondimenti

Palermo, Lucchesi al primo giorno di scuola: “Impatto positivo”

Il direttore generale rosanero ha fatto il suo esordio nelle vesti di rappresentante del club di viale del Fante ieri in assemblea di Lega. “Non ho trovato ostilità nei nostri confronti”

Come il primo giorno di scuola. Il direttore generale del Palermo Fabrizio Lucchesi ieri è stato per la prima volta in rappresentanza del club rosanero all’assemblea di Lega di B che si è svolta a Milano. A raccogliere le sue impressioni è stato il Corriere dello Sport.

Rappresentare il Palermo – dice Lucchesiè stato un onore e un piacere, l’impatto è stato positivo non ho trovato ostilità da parte delle altre società verso la nostra società. Un esordio in punta di piedi ma gradevole. Del resto perché avrebbero dovuto avercela con noi? I problemi li abbiamo ereditati dalla gestione Zamparini. Non li abbiamo creati noi. Ho trovato però una Lega divisa e grandi frizioni interne, con tanti problemi che riguardano soprattutto il passato“.

A proposito del caos, la Gazzetta dello sport racconta che “S’è cominciato alle 14, gli ultimi presidenti sono andati via dopo le 20, frastornati. Cosa abbiamo deciso? Nulla, hanno detto alcuni. Erano convocate 27 società: le 19 della scorsa stagione, le 3 scese dalla A e le 5 salite dalla C; alcune erano presenti per delega, unica assente il Foggia. Il rappresentante di un club neopromosso era sconvolto: In Lega Pro quando parla il presidente stanno tutti zitti, qui è stata una guerra. Cellino è scappato verso le 18 tuonando: Sono contento di essere salito in A solo perché non farò più parte di questa Lega. Lotito, molto carico, non ha parlato. La relazione di Balata è stata bruscamente interrotta: i presidenti volevano altre risposte. Solo per la verifica dei poteri c’è voluta un’ora. Sono seguiti interventi di ogni tenore, attacchi al presidente, pugni sul tavolo, voci che s’alzavano, anche richieste di verbalizzazioni per procedere a denunce alla Procura della Repubblica. Si è chiuso con le modifiche al codice di autoregolamentazione. C’è chi giura che Balata fosse in difficoltà, il clima potrebbe far pensare alle dimissioni («Io se fossi in lui le darei» ha detto qualcuno), ma il presidente è parso sicuro e non avrebbe nemmeno accarezzato l’idea“.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti