Resta in contatto

Approfondimenti

Palermo, due nuovi soci alla cooperativa del gol. Tutte le reti ai raggi X

I rosanero hanno il miglior attacco del loro girone, il terzo dell’intero campionato di Serie D. Segnano più di tutta la Serie A e la Serie B. E in C solo la Reggina ha fatto meglio di loro

Manca solo un gol del portiere Alberto Pelagotti. Poi tutti i ruoli del Palermo hanno festeggiato almeno un rete contribuendo a portare a dieci la striscia di vittorie iniziali per i rosanero. Già, perché fra i vari primati della squadra rosanero c’è quello che riguarda i giocatori andati in gol. Nel Palermo sono dodici ed è un record: nessun altra squadra nel campionato di Serie D è riuscita a portare così tanti calciatori diversi sul tabellino dei marcatori in queste prime dieci giornate. Sono già andati in gol due difensori, quattro centrocampisti e otto attaccanti. Anche prima della goleada di domenica, con il 6-0 rifilato al Corigliano Calabro, quando i giocatori andati a segno erano dieci, i rosanero erano già titolari del primato per avere portato in gol più calciatori della stessa rosa.

Gli ultimi due a prendere la tessera della cooperativa del gol sono stati Malaury Martin e Alessandro Martinelli. Il primo con un tiro da fuori, il secondo con un colpo di testa in area su cross dalla sinistra di Francesco Vaccaro. I due centrocampisti si aggiungono ai colleghi di reparto Danilo Ambro e Erdis Kraja e ai difensori Edoardo Lancini e Masimiliano Doda. Anche chi i gol li deve fare per mestiere come gli attaccanti sta segnando con una certa regolarità, contro il Corigliano per esempio hanno segnato Gianni Ricciardo, autore di una doppietta, Nando Sforzini e Luca Ficarrotta. Fra le punte sono andati in gol nelle prime dieci giornate anche Raimondo Lucera, autore del primo gol del nuovo Palermo in campionato, Mario Alberto Santana e Mattia Felici.

Venticinque gol che posizionano il Palermo al primo posto del girone I come miglior attacco del campionato, ma non il migliore in assoluto dei nove raggruppamenti del campionato dilettanti. In Italia i rosanero hanno fatto meglio delle squadre di A e B e di quasi tutte le formazioni della serie C, fatta eccezione per la Reggina che ha segnato ventisette gol.

Il contributo più sostanzioso dei gol segnati dal Palermo è sulle spalle del vicecapocannoniere del girone I Ricciardo che ha realizzato otto gol in nove partite disputate. L’attaccante, di fatto miglior marcatore del Palermo, è sulla buona strada per ripetersi dopo avere realizzato venti gol nella scorsa stagione con la maglia del Cesena, contribuendo in modo decisivo alla vittoria del campionato di serie D. Dietro Ricciardo a quota tre reti c’è il capitano Santana, poi Kraja a due come Lancini, Ficarrotta e Sforzini, quindi Lucera, Doda, Ambro, Felici, Martinelli e Martin con un gol a testa.

Nel campionario di reti realizzate dalla dozzina rosanero ci sono tutti i tipi di gol: su punizione, Ficarrotta a Messina; su rigore, Ricciardo che dopo avere sbagliato a Marsala ne ha trasformati due su due; su azione manovrata e di testa su cross dal fondo tutti gli altri. Passare i gol del Palermo ai raggi X e vedere come sono stati realizzati non può che gratificare l’allenatore rosanero Rosario Pergolizzi. Il tecnico vede trasformato sul campo la domenica in partita il lavoro settimanale. E non a caso, in vista della partita contro il Savoia, i rosanero hanno ripreso il loro lavoro già ieri mattina. “L’organizzazione e il lavoro pagano sempre – ha detto Pergolizzi al termine della partita contro il Corigliano – per questo in vista della partita contro il Savoia andremo subito in campo per continuare ad allenarci. Ringrazio chi dice che siamo una squadra organizzata, se riusciamo a trasmettere ai ragazzi che organizzazione e professionalità sono aspetti importanti, allora il Palermo potrà avere degli obiettivi diversi. Se, invece, lavoriamo per il momento, senza proporci e senza essere professionisti, non raggiungeremo mai obiettivi importanti. Mi fa piacere che abbiano segnato in tanti. Però pensiamo già al Savoia, perché sarà una partita che potrà dare un segnale al campionato. Vorrei continuare a vedere miglioramenti partita dopo partita”.

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Prossimo rigore batte Pelagotti ❤?

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Xk nn fargli battere un calcio di rigore

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti