Resta in contatto
Sito appartenente al Network

RosaNero - Il Personaggio

Palermo, Ricciardo: “Stop per il coronavirus ok, ma voglio vincere sul campo”

L’attaccante rosanero ha superato l’infortunio che lo ha tenuto fermo a lungo e adesso è costretto a rimanere ancora ai box insieme ai compagni di squadra per l’emergenza coronavirus

Sto bene, a livello fisco e mentale, ho superato anche l’infortunio che mi ha tenuto fermo quasi due mesi, sto tornando al cento per cento. Questo stop non ci voleva, ma è per una causa di forza maggiore, quindi lo accettiamo e lo viviamo con serenità e con senso di grande responsabilità”. Così Giovanni Ricciardo intervistato dalla Gazzetta dello Sport racconta il momento particolare che sta vivendo insieme ai suoi compagni di squadra in questi giorni di emergenza coronavirus.

Noi seguiamo il protocollo previsto dalla legge e dalla società – dice Ricciardoevitando il più possibile i contatti. Continuiamo ad allenarci anche perché siamo sotto controllo, evitiamo di fare cose extra calcio, ognuno di noi deve evitare di fare cavolate fuori dal campo, restando a casa. Ci spogliamo in spogliatoi diversi, finché restiamo tra di noi è tutto sotto controllo. Fuori dal campo se prima si poteva andare a pranzo o a cena assieme, adesso evitiamo, a maggiore ragione ora coi locali chiusi. Per quanto mi riguarda ho la possibilità di arrivare al massimo della condizione, anche se non è la stessa cosa che prepararsi per una partita, però non possiamo abbassare la guardia perché come si può fermare tutto, si può anche riprendere tra tre settimane. La differenza è che in ritiro devi creare la condizione fisica, ora la devi mantenere. Sappiamo che dovremo ripartire da zero con un nuovo mini campionato di otto giornate”.

A chi gli chiede cosa accadrà dopo il 3 aprile, Ricciardo non pensa che la Serie D possa terminare anzitempo. “Non credo sia possibile – dice – per quanto il momento sia particolare, ma non sarebbe bello, quando si vince bisogna farlo sul campo, non c’è paragone. A me non piacerebbe. Il Savoia? Non diamo molta importanza a questo aspetto. Sappiamo che ci saranno 8 finali e ne dobbiamo vincere almeno sei, non importa chi affronteremo prima”.

A proposito dei suoi compagni di reparto, Ricciardo ha parole positive per tutti. “Se i ragazzini non fanno minimo 15 anni tra B e A hanno fallito – dice – Hanno tecnica di base da giocatori di Serie A. Devono crescere, se si rendono conto del loro potenziale hanno un grande futuro davanti. Floriano fa la differenza, ha qualità di categorie superiori, dopo l’infortunio di Santana è quanto di meglio la società potesse prendere e lo sta dimostrando”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da RosaNero - Il Personaggio

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.