Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network

Palermo-Turris rinviata, Ghirelli: «Caso unico. Devo elogiare Mirri e Sagramola»

Le parole del presidente della Lega Pro in seguito alla decisione sulla gara valida per la 6a giornata di Serie C

A seguito dei 10 positivi nel Palermo, la gara in programma mercoledì scorso al “Renzo Barbera” contro la Turris è stata rinviata a data da destinarsi. Il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, proprio alla luce del rinvio della gara tra PalermoTurris, ha parlato della propria decisione ai microfoni del Giornale di Sicilia:

«Intanto devo ringraziare l’autorità sanitaria, sappiamo a quale stress sia sottoposta e noi siamo gente normale, non pretendiamo alcun privilegio. Ci ha consentito di evitare un grave rischio e lo ha fatto nel momento in cui ha avuto contezza del problema. Certamente i disagi ci sono stati, ma dobbiamo essere così intelligenti da capire la situazione particolare del Paese, di precarietà e di incertezza. A volte, il silenzio è d’oro» .

Sulle decisioni prese dal Palermo, il Presidente Ghirelli ha così commentato:

«Ha immediatamente applicato il protocollo, mettendo la squadra in una bolla dopo aver isolato i casi positivi. Devo elogiare il presidente Mirri, l’amministratore Sagramola e lo staff sanitario per questo. Avrebbero potuto fare allenamenti individuali, ma sulla base di ciò che risulterà dai tamponi faranno gli allenamenti come previsto dal protocollo, in isolamento nella bolla».

La Lega Pro, proprio alla luce dei positivi nel Palermo, ha accolto la richiesta dei rosanero di rinviare la sfida contro il Catanzaro:

«Il Palermo utilizzerà quanto previsto dal protocollo della Lega, ovvero che in presenza di quattro positivi si possa richiedere il rinvio della partita per una volta nell’arco della stagione. Poi, auguriamoci che non sia così, ma nel caso in cui il Palermo dovesse avere meno di tredici giocatori o non dovesse avere i portieri, in quel caso scatterebbe l’intervento della Lega».

Il Presidente Ghirelli, in merito al rinvio di Palermo-Turris, ha così parlato:

«Il caso del Palermo è diverso rispetto a tutti, perché c’era il rischio che si potesse verificare un cluster. Siamo in un caso unico da questo punto di vista, tant’è che le società hanno saputo solo verso le 18 che la partita non si sarebbe giocata».

In caso di nuovo stop della stagione, la Serie C ha già un piano B:

«Noi il piano B ce l’abbiamo. Quando si potrà applicare, nella reale situazione, bisognerà poi vederlo. Le situazioni muteranno, ma mi auguro sempre che non si verifichi la necessità di un piano B o C. Inoltre, chi può dire quando si arriverà ad un eventuale stop della stagione? A dicembre? A gennaio o marzo? Sulla base di questo, si dovrà adattare il piano, ma già lo scorso anno abbiamo gestito una situazione del genere, con la modifica dei play-off e dei play-out. Bisognerà governarla sulla base di quel ragionamento».

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Successo con il Lecce al primo incrocio, poi tre pareggi - l'ultimo a dicembre con...
Il centrocampista rosanero all'antivigilia della sfida con la Cremonese è stato intervistato dal blog "Cronache...
Il fischietto ligure per il match in programma sabato pomeriggio alle ore 14:00...

Dal Network

Calcio Rosanero