Resta in contatto

News

Corsa, assist e gol: Palermo scopre il jolly e ora Rauti non si tocca

L’attaccante è arrivato in rosanero al termine della sessione estiva, ma adesso è diventato un punto fermo della squadra

E’ arrivato al Palermo soltanto a fine mercato, ma l’ascesa di Nicola Rauti sta tutta nei numeri. E’ il giocatore di movimento più utilizzato da Boscaglia e, quindi, anche l’attaccante più presente. L’ex Primavera del Torino è al centro del focus dedicato al Palermo su La Gazzetta dello Sport nell’edizione odierna.

“Da Terni al Potenza è stato un crescendo continuo nel rendimento che lo ha fatto diventare la soluzione più logica come giocatore che sulla trequarti rifinisce o finalizza l’azione – raccolta la Rosea -. D’altronde, a Boscaglia in quella zona del campo sono sempre piaciuti trequartisti atipici e Rauti sembra incarnare perfettamente questo identikit. Per merito e per necessità, il giovane cresciuto nel Torino è diventato una pedina inamovibile del reparto avanzato rosanero”.

E sulla partita di mercoledì con la Turris l’allenatore Boscaglia avrà finalmente a disposizione la… scelta. “Il rientro di Valente dall’infortunio ed il gran secondo tempo di Silipo con il Potenza, con il quale il fantasista romano ha spaccato la partita propiziando il gol della vittoria di Luperini, porteranno a delle valutazioni da parte dell’allenatore, il quale, per la prima volta, ha problemi di abbondanza”. Anche se Rauti in questo momento appare una certezza

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News