Resta in contatto

Approfondimenti

Palermo, Corini: “Perugia forte, ma dobbiamo fare di tutto per prendere subito punti”

Il nuovo allenatore non parla alla vigilia del debutto in B dei rosanero e dopo la sua prima settimana alla guida della squadra, ma del Grifo aveva già detto in sede di presentazione. Ecco le sue parole

Non ci sarà la tradizionale e classica conferenza stampa prepartita dell’allenatore del Palermo Eugenio Corini in vista del debutto del nuovo club in Serie B e dopo la prima settimana del tecnico alla guida della sua nuova squadra. Ma Corini sui prossimi avversari aveva già detto qualcosa martedì scorso, dopo i primi due allenamenti alla guida dei rosanero e ancora con De Rose a disposizione, durante la sua conferenza stampa di presentazione. Ecco quali sono state le sue parole.

“Il Perugia è forte – aveva detto Corini – lo abbiamo affrontato a Brescia tre mesi fa nel preliminare dei playoff (vinto dal Brescia di Corini 3-2, ndr). La struttura è rimasta la stessa, anzi i nostri avversari recupereranno giocatori importanti, hanno un allenatore che conosco bene (Fabrizio Castori, ndr), che consoce la categoria e che ha raggiunto sempre gli obiettivi fissati. Sarà una squadra più avanti su tutto rispetto a noi. Dovermo essere reattivi, lo saremo nella costruzione della rosa per il campionato e per capire subito chi è pronto per fare una grande partita contro il Perugia. Ci sono punti in palio e devi fare tutto per prenderli subito anche con spirito di adattamento. Uno spirito di adattamento alle difficoltà che questa squadra già dimostrato di avere nell’ultima stagione in cui ha dimostrato spesso di sapere tirare fuori la forza per recuperare situazioni di svantaggio e andare oltre le difficoltà. E in questo anche noi saremo molto bravi”.

Circa 5 mila biglietti già venduti, oltre 10 mila abbonamenti sottoscritti. I tifosi sono pronti a fare la propria parte. Corini aveva parlato anche di questo. “Chiedo aiuto ai tifosi che saranno fondamentali – erano state le sue parole – nelle difficoltà serve essere accompagnati da chi ti sostiene. Hanno accompagnato la squadra in B con il loro tifo e insieme con la loro energia dovremo superare le difficoltà. Lo dico sempre: nei 95’ spingete la squadra, alla fine se non siete contenti di quello che avete visto fischiate. Ma dentro di ognuno di noi finchè c’è speranza possiamo raggiungere il nostro obiettivo. L’aiuto del pubblico sarà determinante e può sovvertire i pronostici”.

Martedì, a proposito degli obiettivi stagionali, Corini aveva confermato la linea della società: consolidamento del club e mantenimento della categoria senza spegnere la possibilità di sognare. “I sogni – aveva detto – e non voglio essere Gigi Marzullo, aiutano a vivere. Ho portato una valigia molto grande, piena di sogni e obiettivi. Sogni e obiettivi per farli diventare realtà c’è tanto lavoro da fare. Giusto che il tifoso sogni, ma è giusto che da parte chi ha resposnabilità si parli in maniera chiara. Dobbiamo fare un passo alla volta, non proiettare i nostri pensieri troppo in avanti. Oggi il mio sogno è vedere lo stadio pieno e vincere con il Perugia. A marzo nessuno qui pensava di andare in B, ma con il lavoro il Palermo ha trasformato i suoi sogni in realtà. Il nostro sogno c’è e lo coltiveremo come nostra ambizione con il lavoro di tutti i giorni”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti