Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Palermo e la fatal Frosinone: ora il ritiro a Manchester

Rosanero battuti allo “Stirpe” da un gol dell’ex Catania Moro. Ora la squadra di Corini cercherà di ritrovarsi a Manchester nel centro sportivo del City, dove rimarrà da martedì a sabato

La vendetta non c’è stata. Anzi, a rendere ancora più amaro il pomeriggio rosanero, pure il fatto che a decidere il match sia stato un ex giocatore del Catania, quel Moro che già la passata stagione aveva segnato ai rosanero, sebbene l’esclusione dal campionato di C degli etnei ne avesse invalidato le reti. Moro si è ripetuto e ha regalato un’altra vittoria al Frosinone contro il Palermo, dopo quella del 2018, vincendo per altro il duello con il collega Brunori, ancora a secco in trasferta.

Oggi i giocatori del Palermo osserveranno una giornata di riposo. Domani allenamento pomeridiano in città e martedì mattina, dopo colazione, la partenza per Manchester dove la squadra rimarrà fino a sabato 24, svolgendo ogni giorno due sedute, la prima in palestra, la seconda in campo. Sarà anche l’occasione per familiarizzare con la casa madre, oltre che un’esperienza unica per tutto il gruppo che avrà modo di vivere e lavorare presso uno dei centri sportivi più all’avanguardia del mondo.

Chissà se Corini e i suoi giocatori avranno modo di incrociare Guardiola e qualcuno dei giocatori del City, di certo si sta provando ad organizzare un’amichevole con qualche squadra della zona, magari di serie inferiore, per far modo al tecnico rosanero di effettuare un test propedeutico al ritorno a Palermo e alla prossima sfida di campionato, quella che sabato primo ottobre – dopo la sosta – metterà i rosanero di fronte al Sudtirol, al Barbera

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti