Resta in contatto
Sito appartenente al Network

RosaNero - Il Personaggio

Gomes: “A Palermo mi sento a casa. Sono qui per crescere e aiutare la mia squadra”

Il centrocampista ventiduenne francese è stato presentato in conferenza stampa. “Mi paragonano a Kantè, ma devo fare ancora tanto per reggere il confronto”

“A Palermo mi sento come a casa, provo sensazioni positive, quella rosanero mi sembra una grande squadra. Il mio trasferimento è stato molto veloce, mi ha convinto quello che mi avevano detto sul club e sulla città”. Lo ha detto Claudio Gomes, centrocampista francese classe 2000 del Palermo arrivato a titolo definitivo dal Manchester City, a proposito del suo impatto con la sua nuova squadra.

Il ventiduenne è già stato paragonato a N’golo Kantè per caratteristiche; un paragone, quello con il centrocampista recupera palloni del Chelsea, che lo inorgoglisce. “Un paragone che mi propongono spesso – ha detto Gomes – ma lui è lui e io devo lavorare ancora tanto per arrivare ai suoi livelli. Nel modo di giocare forse possiamo essere messi in parallelo, ma devo lavorare ancora tanto per reggere il confronto. Cerco di dare un contributo alla squadra con le mie caratteristiche, con la mia corsa, per dare una mano sia in fase offensiva che difensiva”.

Su di lui l’allenatore del Palermo Eugenio Corini ha espresso parole d’elogio. “Parole che mi fanno piacere – ha sottolineato il centrocampista – I rapporti con l’allenatore sono buoni, sono appena arrivato, sono buoni anche con la squadra. Di Corini mi piacciono le sue idee di gioco. Questo per me è un periodo di adattamento, ci sono un po’ di difficoltà con la lingua, ma mi aiutano gli altri parlando un po’ in inglese. Cerco di capire l’italiano e adattarmi rapidamente”.

L’ex centrocampista del Palermo, Enzo Maresca, oggi vice allenatore di Pep Guardiola al Manchester City, gli ha dato consigli sulla piazza. “Conosce bene città e squadra – ha detto Gomes – e mi ha dato qualche indicazione, a Palermo mi sento davvero molto bene, sono stato accolto positivamente da tifosi, città e anche giornalisti: per ora va tutto bene e la città, che ho girato con alcuni miei compagni di squadra, mi piace molto, così come la spiagga di Mondello”.

A chi gli ha chiesto a quale centrocampista si ispiri, Claudio Gomes ha risposto citando alcuni colleghi: “Ho guardato molto soprattutto Fernandinho, Thiago Motta quando giocava nel Psg, Rodri e Gundogan – sono state le sue parole – loro sono quelli a cui mi ispiro, ma so bene che devo migliorare molto soprattutto nella lettura delle fasi di gioco. Per questo serve la conoscenza reciproca dei compagni di reparto e di tutta la squadra. Vogliamo creare un buon gruppo per fare il meglio durante la stagione. In questo senso i giorni che abbiamo trascorso a Manchester sono stati fantastici e mi sono ritrovato a fare da guida alla squadra sia dentro che fuori dal campus”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da RosaNero - Il Personaggio