Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Benevento-Palermo: massimo risultato con il minimo sforzo. Il solito Brunori regala tre punti fondamentali

Dopo un primo tempo abulico da parte di entrambe le squadre i rosanero sbloccano la situazione con il loro capocannoniere e iniziano a giocare in scioltezza portando a casa un successo importantissimo

Il Palermo con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato. Finisce con la vittoria dei rosanero per 1-0 contro un ottimo Benevento: la squadra guidata da Eugenio Corini torna a sorridere e lo fa nel momento più delicato dell’ultimo periodo. Uno scontro diretto che permette al Palermo di ottenere 18 punti e lasciare la zona playout dove rimane il Benevento.

Primo tempo equilibrato con le due difese che hanno avuto la meglio sui rispettivi attacchi. Il Benevento costruisce bene ma alla squadra di Cannavaro è mancato l’ultimo passaggio a causa di poca precisione negli ultimi 25 metri. Il Palermo è rimasto in attesa con l’intento di impensierire Paleari con le ripartenze che spesso hanno fatto le fortune di Corini. Il risultato all’intervallo, però, è rimasto bloccato sullo 0-0.

Nel secondo tempo Brunori approfitta di una giocata di Gomes che strappa palla a Viviani e lo lancia verso la porta di Paleari trafiggendolo con un tiro secco e preciso. Brunori avrebbe anche la palla del raddoppio con un tiro da 40 metri che si stampa sul palo. Sul finire Soleri potrebbe raddoppiare sugli sviluppi di un contropiede di Vido, ma Paleari mette in angolo.

Per gli uomini di Cannavaro una sconfitta che va, probabilmente, al di là dei propri demeriti. Per i sanniti l’ottima prestazione si è scontrata con la poca precisione negli ultimi 25 metri che non ha permesso di portare particolari pericoli alla porta dei siciliani. Per i rosanero un successo pesantissimo in uno scontro diretto salvezza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News