Resta in contatto

News

Consiglio Federale, tanto rumore per rinviare di un anno i ripescaggi

Le Leghe di A e B non hanno accolto la proposta della Lega Pro di riportare il format a 20: in mancanza di accordo sarà ripristinata la formula precedente. Tutto il caos estivo è servito solo a far slittare di un anno i ripescaggi, il 31 gennaio i nuovi criteri

Stallo totale. Il paradosso potrebbe essere che la lunga estate delle tante sentenze nei tribunali relative al format della Serie B sia servita esclusivamente a… rinviare di un anno i ripescaggi. Questa sembra infatti la direzione presa non tanto dal Consiglio Federale, quanto in base alle normative che legano il Consiglio Federale.

Quello tenuto martedì a Roma potrebbe essere decisivo in questo senso: la proposta della Lega Pro di riportare la serie cadetta a 20 squadre con cinque promozioni dalla terza serie non è stata accolta dalla Lega di Serie A e da quella di Serie B.  Secondo normativa dunque, come ha specificato il presidente Gravina, a sua volta con le mani legate, in mancanza di consenso il format della B è destinato a tornare a 22 squadre, poiché il comunicato estivo dell’ex commissario Fabbricini stabiliva la composizione 19 squadre per il solo campionato 2018-2019.

A questo punto la B resterà 22 e il prossimo Consiglio Federale, in programma il 31 gennaio, definirà i nuovi criteri per i ripescaggi (in  B dovranno essere 3 per arrivare a 22 squadre). Si tratterà di criteri rinnovati in base ai dettami della riforma onde evitare il grande caos dell’ultima estate. Da qui ad allora è aperto il confronto e non sarà affatto facile trovare il punto d’incontro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News