Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Domenica doppio appuntamento per il Palermo: Cittadella e closing (forse)

La squadra è già con la testa al match contro i veneti, in programma fra 2 giorni. Ma i tifosi – preoccupati – attendono notizie anche sul fronte societario

La netta vittoria sull’Ascoli e il primo posto in classifica non bastano a lasciare sereni i supporters rosanero. La vicenda del passaggio di proprietà, che sulla carta dovrebbe concludersi entro domenica con il fatidico closing, crea apprensione e preoccupazione. Zamparini non ha più rilasciato interviste dopo che gli inglesi, un paio di settimane fa, hanno chiarito che quello firmato il 30 novembre era un “solo” preliminare di contratto di vendita. Entro il 30 dicembre, cioé entro poche ore, quel preliminare dovrebbe essere formalizzato, sempre che non sorgano altri inghippi. E già, da più parti, si vocifera di un probabile slittamento.

Così stamattina, per esempio, il Corriere dello Sport in edicola: “48 ore per il closing, o forse qualcosa in più. Il pre-contratto siglato da Zamparini e da Sport Capital Group Investments prevede la definizione della cessione del Palermo entro il 30 dicembre, ma si fa sempre più probabile l’ipotesi di uno slittamento”.

Il perché viene spiegato subito dopo: “Questo perché il veicolo quotato in Borsa, attualmente denominato Pelican House Mining, cambierà ragione sociale (oltre che il proprio nome in Sport Capital Group) solo dal 2 gennaio e finora ha ricevuto iniezioni di capitale pari a 150 mila euro, immessi da uno dei soci inglesi tramite il fondo Eight Capital. Il socio è Treacy, che insieme a Richardson e Facile è presente anche in un altro Sport Capital Group non quotato in Borsa. Questi ultimi due fanno già parte del Cda del Palermo, ma la poltrona presidenziale rimane vacante dopo le dimissioni di Daniela De Angeli e Silvana Zamparini, in attesa che i soci individuino un terzo soggetto a cui affidare la carica”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Approfondimenti