Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Palermo, Stellone: “Cambiare passo, non possiamo più sbagliare”

L’allenatore ha parlato alla vigilia della partita di campionato contro il Lecce. Fra gli argomenti affrontati gli errori di Crotone, le avversarie nella voltata promozione e la sfida di domani

“Ogni partita ha una storia a sé – dice Stellone secondo quanto riporta il sito ufficiale del club rosanero – è normale che si veniva da tre partite buone in cui abbiamo raccolto meno di quanto meritato. Con Foggia e Brescia meritavamo di più. Nel primo tempo di Crotone abbiamo fatto un solo tiro fuori e mi aspettavo di più. Nella ripresa abbiamo provato a raddrizzarla nei primi venti minuti, ma non siamo stati precisi. Mancano 12 partite e il margine di errore si riduce, abbiamo perso punti dalle dirette concorrenti e non possiamo sbagliare più. Bisogna cambiare registro, inconsciamente quando si gioca contro squadre che lottano per non retrocedere bisogna dare il colpo di grazia come atteggiamento. Così non è stato e mi dispiace. Abbiamo la possibilità di riprenderci tre punti e distanziare il Lecce, una squadra che gioca bene. Noi siamo più forti sulla carta e dobbiamo cercare tutti insieme di uscirne. Se continuiamo a pensare ai punti fatti, riusciremo a fatica a mantenere la zona play-off. Non eravamo fenomeni prima e non siamo scarsi oggi, quel passo non potevamo continuare a tenerlo. Adesso dobbiamo mettercela tutta per centrare l’obiettivo, pensare che mancano 12 partite e c’è un mini torneo tra tutte le squadre che stanno sopra, dal Brescia allo Spezia, per vincere il campionato. Noi lo possiamo fare e spero ci sia lo stesso supporto dei tifosi avuto contro il Brescia. Spiace per i 200 che erano a Crotone“.

Il tecnico rosanero si è soffermato sul momento attuale della squadra: “Posso parlare del periodo nostro, delle ultime cinque partite dello scorso campionato. C’erano partite in cui meritavamo di più, c’è stato un calo fisico e ci metto dentro anche qualche infortunio che ha indebolito la squadra. Abbiamo passato quel periodo, abbiamo recuperato tutti tranne Mazzotta e questo mi fa sperare bene per il futuro. Se poi i punti sono gli stessi dell’anno scorso non lo so, dico solo che dobbiamo pensare positivo, siamo gli stessi di un mese fa e non possiamo farci sfuggire quel che ci è sfuggito l’anno scorso. Possiamo uscirne solo con voglia e sacrificio, chi affronta il Palermo cercherà sempre di fare la partita della vita e se pensiamo di essere più forti facciamo un errore. Sono convinto che col Lecce faremo una grande partita, però, davanti al nostro pubblico. Nell’ultimo periodo devo pensare alle ultime tre o quattro gare. Contro il Brescia ho visto una squadra che ha palleggiato e calciato, a Crotone invece ho visto una partita giocata a centrocampo con 25 falli, nessuno ha dominato. Solo che dal Palermo visto la settimana precedente ci si aspettava di più. Partite del genere possono capitare, dobbiamo farle capitare il meno possibile. Ora mancano sempre meno gare e sempre meno punti, non possiamo permetterci errori“.

Stellone ha poi analizzato le ultime partite disputate dalla squadra: “Quando i risultati non vengono, i motivi possono essere diversi. Nella gara, se vinci i duelli, vinci le partite. A Crotone ne abbiamo persi parecchi nel primo tempo, mentre nei primi venti minuti della ripresa non li abbiamo fatti uscire dalla loro metà campo. Loro avevano più voglia rispetto a noi di fare punti, ma noi da qui alla fine mica giochiamo solo contro Benevento e Verona. Affronteremo anche Carpi, Padova e Livorno. In queste gare servono le motivazioni che abbiamo per vincere il campionato, devono essere superiori rispetto a chi si vuole salvare. Se alle qualità abbiniamo la voglia, faremo punti fino alla fine“.

L’allenatore del Palermo è tornato sulla sfida di Crotone, sottolineando anche un aspetto importante in vista della gara di domani: “La partita di Crotone è stata negativa da parte di tutti. Quando più di quattro o cinque giocatori steccano, difficilmente vinci. Col Brescia tutti hanno fatto una grandissima partita e ne è venuta fuori una grandissima gara. Nestorovski logicamente non può essere al cento per cento e ha fatto la partita che doveva fare. È stato servito poco, come Moreo e Falletti. Tutta la squadra ha sbagliato la gara, però abbiamo avuto il tempo necessario per resettare e cercare di non ripetere gli errori“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'allenatore rosanero nel post partita del Rigamonti dopo la seconda battuta d'arresto di fila, questa...
I giudizi sulla prestazione dei rosanero sconfitti al Rigamonti per 4-2. Voto speciale per Soleri...
Con il fischietto siciliano una vittoria in Coppa Italia e un pareggio in campionato...

Dal Network

Gennaro Borrelli è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Succede tutto nel primo tempo tra Brescia e Palermo: in superiorità numerica i biancoblu completano...
Calcio Rosanero