Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Palermo, ecco le scadenze che Arkus Network deve rispettare

Il cronoprogramma degli adempimenti che la nuova proprietà deve ottemperare per salvare la squadra che nel frattempo lotta per andare in A e si difenderà dalle accuse del deferimento

Un cronoprogramma di scadenze ben definito. È quello che Sporting Network, nuova proprietaria del Palermo, deve rispettare per garantire l’esistenza futura alla società rosanero. Sarà l’adempimento di tutte le scadenze, prima ancora delle garanzie a Federcalcio e Lega di B di solidità finanziaria e onorabilità da fornire entro il 3 giugno, la migliore prova che avranno i tifosi del Palermo sulle intenzioni dei nuovi padroni del club. Il tutto al netto della volata promozione e delle accuse di illecito amministrativo che porteranno i rosanero davanti al tribunale federale venerdì alle 11.

Oltre alle coperture finanziarie per la ristrutturazione aziendale del club con il versamento di una prima tranche da 5 milioni di euro già annunciata, un secondo versamento da altri 5 milioni di euro da fare a breve e un terzo versamento da 12 milioni di euro entro il 20 giugno per coprire il credito complessivo da 22 milioni vantato dal Palermo nei confronti di Alyssa per la questione della compravendita del marchio, il presidente Alessandro Albanese e l’amministratore delegato del club rosanero Roberto Bergamo entro il 15 maggio dovranno inviare i primi documenti per richiedere la licenza annuale che permette l’affiliazione alla Figc. Dovranno essere depositate le copie dei contratti relativi alle acquisizioni internazionali dei calciatori fatte nel 2018, per i rosanero il solo Corentin Fiore; la documentazione bancaria che attesti il pagamento dei debiti scaduti al 31 marzo nei confronti di società estere e le prove del pagamento di tutte le tasse fra Iva, Irap e Irpef del 2018.

Entro il 31 maggio, poi, alla Commissione di vigilanza sulle società di calcio si dovranno comunicare gli estremi dei conti bancari intestati al club dai quali periodicamente partiranno i pagamenti per gli stipendi, le ritenute Irpef, e i contributi previdenziali. I conti devono essere aperti in una o più banche attive sul territorio italiano.

Eventuali inadempienze potranno essere ottemperate entro il 24 giugno, nello stesso giorno in cui vanno tassativamente rispettati tutti gli adempimenti previsti dalla Covisoc, dalla domanda di ammissione al campionato che si può presentare solamente dopo il rilascio della licenza, fino al pagamento della fideiussione per l’iscrizione al campionato di B da 800 mila euro. Quest’ultima scadenza, in caso di promozione in A, è l’unica che non si dovrebbe ottemperare visto che nel massimo campionato non è previsto pagamento di garanzie per l’iscrizione. Entro il 24 giugno inoltre, si dovranno pagare eventuali debiti nei confronti della Figc, delle Leghe e di società affiliate alla Figc o straniere, gli stipendi fino a maggio con relative ritenute e contributi, il bilancio al 30 giugno 2018, la relazione sulla gestione semestrale fino a dicembre 2018 e la situazione patrimoniale al 31 marzo 2019.

Mancare alcuni di questi punti comporta da semplici penalizzazione fino all’esclusione dal campionato, passando per ammende non inferiori a 20 mila euro.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'allenatore rosanero nel post partita del Rigamonti dopo la seconda battuta d'arresto di fila, questa...
I giudizi sulla prestazione dei rosanero sconfitti al Rigamonti per 4-2. Voto speciale per Soleri...
Con il fischietto siciliano una vittoria in Coppa Italia e un pareggio in campionato...

Dal Network

Gennaro Borrelli è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Rolando Maran è intervenuto in conferenza stampa nel post partita di Brescia-Palermo, incontro terminato con...
Succede tutto nel primo tempo tra Brescia e Palermo: in superiorità numerica i biancoblu completano...
Calcio Rosanero