Resta in contatto

News

Palermo, Di Benedetto sul Torino: “Squadra di categoria superiore, ma niente paura”

Il tecnico ha parlato alla vigilia della partita di sabato alle 21,15 sul campo dei granata valida per i trentaduesimi di Coppa Italia

“La vittoria con la Reggiana ci ha dato nuove energie e maggiore consapevolezza di noi stessi, delle nostre qualità e dello spirito di squadra che c’è. Alzare il morale e alimentare la condizione erano le due cose più importanti per trovare le motivazioni giuste per le prossime sfide. Ed è andata proprio così”. Lo ha detto l’allenatore del Palermo Stefano Di Benedetto, che continua ad avere un incarico ad interim, alla vigilia della partita di Coppa Italia sul campo del Torino che il Palermo giocherà sabato sera alle 21,15. Il tecnico non ha rilasciato un’intervista e il club non ha organizzato una conferenza stampa prepartita, ma ha raccolto le dichiarazioni di Di Benedetto pubblicandole sul sito ufficiale.
“I ragazzi questa settimana hanno lavorato tanto e duramente – ha aggiunto Di Benedetto – con grandissima disponibilità e ricettività. Ognuno si è allenato al top delle proprie possibilità. Sia lo zoccolo duro della scorsa stagione sia i nuovi arrivati che si stanno gradualmente integrando fino a raggiungere la condizione per essere utili alla squadra”.

A proposito dell’avversaria che il Palermo affronterà ai trentaduesimi di Coppa Italia, Di Benedetto ha detto che “A Torino incontriamo un avversario di categoria superiore – sono state le sue parole – con un’indole aggressiva, sia sul profilo tecnico che fisico. Ma la differenza di categoria non deve far paura, anzi è proprio l’occasione ideale per portare noi stessi a un livello superiore. Una buona prestazione a Torino porterebbe ulteriore autostima. E per questo dobbiamo essere bravi a metterli in difficoltà, vincere i duelli e affrontare ogni palla con coraggio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da News