Resta in contatto

News

Palermo-Paganese, Boscaglia: «L’autostima continua a crescere»

Le parole del tecnico rosanero al termine della sfida vinta contro i campani

Il tecnico del Palermo Roberto Boscaglia è intervenuto in conferenza al termine della vittoria contro la Paganese. Per i rosanero si tratta del secondo successo in campionato dopo quello contro la Juve Stabia e il primo in casa.

Le dichiarazioni di Roberto Boscaglia al termine di Palermo-Paganese:

«Bisogna saper giocare bene e avere una fisionomia importante. Ci sono momenti della partita in cui l’avversario comincia a giocare un calcio diverso da quello proposto di solito».

In merito all’undici iniziale visto contro la Paganese, il tecnico del Palermo Roberto Boscaglia ha così commentato:

«Questi erano i giocatori che nonostante la stanchezza avevano più minuti sulle gambe. Chi è entrato dopo si è allenato poco. Crivello si è fatto trovare pronto. Abbiamo pensato alla squadra ad una squadra che fosse nelle condizioni di farci vincere».

Il Palermo ha finalmente abbandonato la parte bassa della classifica, le parole di Boscaglia in merito:

«Sappiamo che è la normalità per il Palermo non stare nelle zone basse della classifica. Dobbiamo pensare alla prossima partita anche questa difficile, ma alla nostra portata. Questa è la strada che abbiamo intrapreso e quella migliore per fare i punti. Questo è il campionato che deve fare il Palermo. Cresce l’autostima. Ci fa crescere anche dal punto di vista motivazionale».

Su Palazzi e Corrado usciti per infortunio:

«Palazzi? Ha sentito un affaticamento, speriamo non sia nulla di grave neppure per Corrado. Stiamo recuperando anche gli altri fortunatamente».

Finalmente, dopo le prime partite a secco di gol, il Palermo segna con continuità:

«Gol con continuità? Stiamo lavorando molto per far esprimere agli attaccanti le proprie caratteristiche. Stiamo facendo qualcosa di importante. Primo tempo strepitoso»

In merito al gruppo, Boscaglia ha così dichiarato:

«Il gruppo è stato sempre compatto. ragazzi interessanti dal punto di vista emozionale. Trovato un gruppo forte ed è questa la nostra forza. Alla fine avevano due duemila e un duemilauno in attacco. In occasione del gol di Silipo, fuorigioco di qualche centimetro. Chi ha giocato ha dato il massimo. Hanno tirato fuori una prestazione orgogliosa e di grande sacrificio».

In merito alla condizione:

«Sicuramente non aver fatto amichevoli non è stata una cosa positiva. Si poteva fare meglio in campionato. La squadra deve giocare in questo modo, magari non sempre in base all’avversario, deve essere in grado di rialzarsi. La sofferenza fa parte del percorso di crescita».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News