Resta in contatto

Amarcord

Papadopulo, il Palermo e quel sogno Coppa Uefa

L’ex allenatore ha ricordato la sua esperienza sulla panchina rosanero, con un pizzico di rammarico per campionato e coppe europee

A Palermo ha sfiorato la Champions ed i quarti di finale di Coppe Uefa. Risultati strabilianti, mai più raggiunti dai rosanero nella loro storia ed anche per questo è normale che Giuseppe Papadopulo abbia grandi ricordi della sua permanenza a Palermo.

Con lui in panchina, infatti, i rosanero chiusero al 5° posto in serie A, sfiorando l’accesso alla Champions e, intervistato da Tmw Radio, Papadopulo lascia trapelare un po’ di rammarico, perché è convinto che se in quella sua squadra vi fosse rimasto anche Luca Toni, il risultato sportivo sarebbe stato certamente diverso. “Quell’anno avevamo quattro Nazionali, andammo molto bene. Certo, la squadra era stata privata di una punta come Toni: con uno come lui avremmo potuto parlare di meglio del quinto posto, già ottimo”.

E poi il riferimento alla Coppa Uefa, con la sfida ai tedeschi dello Scalke 04 negli ottavi di finale, con in palio l’accesso ai quarti. “Eravamo consapevoli di affrontare una squadra veramente forte, ma speravamo di potercela fare. L’errore di gioventù di un portiere (Andujar, ndr) che voleva esserci non mi disse di avere un problema alla schiena, e infatti prendemmo un gol su un cross da destra nel quale non staccò nemmeno… Poi l’espulsione di Corini, e dovemmo abbandonare”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Amarcord