Calcio Rosa Nero
Sito appartenente al Network

Euro2032, Abodi rimette in corsa Palermo ma il Barbera nel dossier Uefa non c’è

Il ministro ha citato l'impianto palermitano inserendolo in una rosa fra cui scegliere, ma lo stadio non figura fra quelli presenti nella candidatura ufficiale

Il ministro dello sport Andrea Abodi ha citato anche lo stadio di Palermo fra quelli candidati a ospitare gli Europei del 2032, ma l’impianto palermitano non figura fra quelli inseriti il 12 aprile scorso nel “Final Bid Dossier” di candidatura per ospitare la manifestazione. A rendere note le città candidate è stata la stessa Federcalcio al momento dell’assegnazione degli Europei a Italia e Turchia.

“Noto con piacere – ha detto Abodi a Milano durante Rcs Sport Industry Talk – che stanno decollando i progetti di Firenze, Bologna, Cagliari e Parma. Sta andando avanti quello di Bergamo e si svilupperà il progetto a Verona. Il governo farà la sua parte, non tanto a livello economico dato che si parla di gestioni private, ma di velocità nei progetti. Parliamoci chiaro: ci saranno Roma, Milano e Torino. Per gli Europei dovremo scegliere poi una tra Udine, Bologna, Firenze, Verona e Genova e una tra Napoli, Palermo, Bari e Cagliari”.

Parole che sembrerebbero lasciare spazio a una speranza anche per lo stadio Barbera che necessita già di interventi urgenti e non solo quelli eventuali per l’ammodernamento in funzione degli Europei. Peccato però che il ministro abbia citato due città in più rispetto a quelle che ci sono all’interno della candidatura ufficiale presentata all’Uefa e che ha permesso alla Federcalcio di aggiudicarsi insieme alla Turchia, da unici candidati, l’organizzazione della manifestazione.

“Consegnato il Final Bid Dossier di candidatura per ospitare in Italia EURO 2032 – ha comunicato la Figc – al termine di un lavoro che ha coinvolto, insieme alla FIGC, il Governo, il Parlamento, i Comuni e tutti gli altri stakeholder interessti. Le città candidate come sedi di gara: Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Verona”.

L’impianto palermitano al momento è stato interessato da alcuni lavori per la messa a norma dei bagni della tribuna centrale vicino al bar e la sostituzione di alcuni sediolini della curva sud. Gli interventi da effettuare sono tantissimi, fra cui quelli per l’impermeabilizzazione della copertura della tribuna. Lavori, questi ultimi, che toccherebbero all’amministrazione comunale e che il Palermo sarebbe disposto a fare a sue spese per risolvere celermente il problema. Ma dall’amministrazione comunale il club rosanero non ha ricevuto nè il via libera per agire, nè l’impegno a sostenere i lavori.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

In Serie B il Palermo non faceva pokerissimo al Barbera dal 2004. Quando il "Genio"...
L'attaccante in gol contro il Como ha parlato in sala stampa al termine della partita...

Dal Network

Calcio Rosanero