Resta in contatto

RosaNero - Il Personaggio

Palermo, Iachini promuove i rosa. “Pergolizzi è l’uomo giusto”

Il tecnico marchigiano augura il meglio al club che ha battuto il suo record di vittorie di fila e spera che la squadra continui nella sua serie positiva per tornare presto fra i professionisti

“Sono felice, le categorie saranno pure diverse, ma sono contento per i tifosi e per l’ambiente, perché la squadra è potuta ripartire, così come per le persone che conosco molto bene, come Sagramola e Castagnini, con cui ho lavorato e con le quali c’è amicizia e grande stima, oltre ad aver condiviso delle belle emozioni sportive. Sono dirigenti capaci e abili e poi c’è Rosario Pergolizzi con cui c’è un’amicizia di vecchia data”. Così Beppe Iachini alla Gazzetta dello Sport ha commentato il periodo di forma del Palermo.

“Sono felice per lui – ha detto a proposito di Pergolizzi – sta facendo un ottimo lavoro. Sagramola e Castagnini mi hanno portato al Vicenza dal Cesena, dove avevo fatto un buon campionato in Lega Pro. Il primo torneo di B come allenatore l’ho fatto con loro e devo dire che rischiarono molto a puntare su di me, perché allora ero un tecnico emergente. Il mio record? Come difficoltà la differenza c’è, però c’è da dire che il Palermo è stato costruito molto bene in pochissimo tempo, con un mix di esperienza e di giovani molto interessanti, questo è merito della società. Poi ci ha pensato Rosario ad amalgamare tutto molto bene. Vincere non è mai facile in ogni categoria, bisogna sempre essere dotati delle giuste componenti per farlo. Certo, in Serie B puoi incontrare squadre più strutturate, noi ci abbiamo dovuto lavorare tanto per raggiungere quel risultato lì, io poi subentrando ho dovuto impiegare un po’ di tempo. Queste sette vittorie sono, comunque, un dato molto importante”.

A proposito della rosa che Castagnini e Sagramola hanno messo a disposizione di Pergolizzi, Iachini non ha dubbi. “Giocatori così sono un lusso – ha detto – in tutti i reparti la società si è mossa molta bene prendendo giocatori importanti in questa categoria, sono giocatori che potrebbero stare anche in campionati superiori. Però, è inevitabile, se vuoi fare un campionato a vincere che il percorso sul mercato fosse questo. Le conoscenze di Sagramola e Castagnini sono molto ampie a vari livelli, poi Pergolizzi ci ha messo dell’altro con le sue. È stato fatto tutto nel migliore dei modi, ora bisogna soltanto dare continuità. La maggior parte li ho affrontati, personalmente conosco Santana e Sforzini perché è stato allenato da Fabrizio Tafani, il mio preparatore atletico. Sono ottimi ragazzi e giocatori con una storia, e saranno fondamentali nello spogliatoio per fare crescere i più giovani. Possono essere uno zoccolo duro per il futuro, però io dico che il Palermo, ora, deve guardare a oggi, pensando partita dopo partita per scappare via da questa categoria mortificante per la piazza. Se si parla troppo del futuro si rischia di sbagliare, ma siccome conosco Pergolizzi sarà quello che predicherà tutti i giorni”.

Per Iachini, insomma, “Tornare tra i professionisti è la priorità, il percorso intrapreso è dei migliori, bisogna stare sul pezzo perché per tutti gli avversari affrontare il Palermo equivarrà alla partita della vita. Sei punti dalla seconda? Non bastano, a me poi non bastano mai e credo nemmeno a Pergolizzi. Adesso bisogna fare strada, pedalare mettendosi in piedi sui pedali per spingere e forzare. Tutte le squadre possono consolidarsi e trovare nuove energie. Io al Palermo in estate? Non c’è mai stato niente di concreto. La scelta di Pergolizzi è stata la migliore. Abita da Ascoli, come me, lo conosco molto bene, è un allenatore competente e finalmente ha avuto la chance che si meritava“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da RosaNero - Il Personaggio