Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calcio Rosanero

Modena-Palermo, le pagelle: Valente, Di Mariano e Brunori costruiscono, Pigliacelli mette in ghiaccio

I rosanero tornano alla vittoria che mancava dal 9 settembre, l’attaccante italo brasiliano segna in trasferta dopo un digiuno che durava dal 29 maggio e i rosanero riprendono il loro cammino

Pigliacelli 7,5: Decisivo nel tenere inviolata la sua porta nel primo e nel secondo tempo con interventi risolutori, uscite tempestive anche da difensore aggiunto e senso della posizione.

Mateju 6: Prova a complicarsi la vita da solo in una circostanza spostandosi la palla sul sinistro che non è il suo piede, ma poi si ricorda che è a destra e fa il suo. Si fa bruciare in velocità da Azzi, ma poi recupera e chiude. Corre tanto e fa il suo anche nel secondo tempo.

Nedelcearu 6,5: Chiude tutto, si fa sentire anche con il fisico. Sulle verticalizzazioni paga il difetto strutturale della fase difensiva del Palermo in questo momento, ma riesce a metterci una pezza. Nel secondo tempo si fa sentire anche con l’esperienza.

Marconi 6,5: La solita lotta, chiude quando serve, solo una piccola sbavatura sulla quale riesce a metterci poi a chiudere sul tiro di Tremolada. La copertura che il centrocampista di turno viene a fare in difesa gli toglie il super lavoro delle settimane scorse che finiva per fargli sbagliare qualcosa di troppo.

Devetak 6: Fa il suo compito, ogni tanto sbaglia i tempi di uscita per il raddoppio lasciando le praterie agli esterni offensivi del Modena, se si considera che è la prima da titolare si può anche concedere qualche alibi. Rimedia un ammonizione e Corini lo lascia negli spogliatoi al termine del primo tempo. Dal 1’ st Crivello 6,5: Non ha ruggine addosso per il lungo periodo ai margini, risponde presente e dice che anche lui può essere utile alla causa.

Segre 6: Tantissima quantità e ogni tanto anche qualche giocata di qualità. Se continua su questi livelli sarà impensabile lasciarlo fuori dall’undici titolare. Poi Corini lo sostituisce per cercare più qualità e mettere in banca il pallone. Dal 26’ st Saric 6: Fa quello che deve e lancia la sua candidatura per il futuro.

Gomes 7: Copre e imposta, tranne una sbavatura su un fallo laterale nel primo tempo non sbaglia niente. Finisce con i crampi per quanto ha speso. Dal 36’ st Stulac SV.

Broh 6,5: Lancia un contropiede in posizione centrale su situazione da 4 contro 3 per il Palermo, ma preferisce calciare dalla distanza piuttosto che servire i compagni. Ma gli si può perdonare la scelta per la corsa continua per recuperare palla. Il suo lavoro resta prezioso anche nel secondo tempo.

Valente 8: Torna titolare, sente maggiore fiducia su se stesso e si vede. Mette tanti palloni in mezzo, fra questi anche il cross dal quale nasce il rigore in avvio di partita, e realizza il gol del 2-0. Nel secondo tempo continua allo stesso modo fino a quando la fatica si fa sentire. Dal 28’ st Bettella 6: Nel momento del bisogno risponde presente.

Brunori 7: Torna al gol in trasferta dopo un digiuno che durava dal 29 maggio trasformando il rigore in avvio di partita. Lotta come al solito. Forse ha meno occasioni rispetto al solito, ma il lavoro per la squadra è indiscutibile

Di Mariano 7,5: Si procura il calcio di rigore in avvio di partita anticipando il marcatore sul cross di Valente, serve l’assist per il raddoppio di Valente. Il movimento che fa è sempre lo stesso, ma quando lo esegue bene è il suo miglior pregio. Ci prova dalla distanza, su calcio di punizione e con giocate individuali, prende bastonate e forse c’è un rigore su di lui nel secondo tempo. Dal 26’ st Floriano 6,5: Entra per tenere palla lontano dalla propria area e finisce per servire un pallone d’oro per Brunori che si gira in un fazzoletto e calcia alto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da Le pagelle di Calcio Rosanero