Resta in contatto
Sito appartenente al Network

RosaNero - Il Personaggio

Palermo, Kraja promuove il centrocampo rosa: “Con Martin e Martinelli tutto più facile”

Il giocatore ha parlato del periodo di forma della squadra, del suo ruolo preferito e dei suoi compagni di reparto. E sull’avversaria più temibile ha spiazzato tutti

Erdis Kraja, dove lo metti sta. Mediano, centrocampista o attaccante poco gli importa. Quello che conta è giocare. Meglio se, comunque, si rimane nell’ambito della zona mediana del campo. Il giocatore ne ha parlato nel corso della trasmissione andata in onda su Radio Time che ogni giorno si occupa di sport. “Lo stop contro il Savoia – dice Kraja – e il pari contro la Palmese sono normali incidenti di percorso che possono capitare, siamo stati bravi a rialzarci subito. Ogni trasferta è sempre dura per noi, contro il Giugliano abbiamo fatto fatica nel primo tempo ma alla fine il gioco è uscito fuori e siamo riusciti a vincereTra under e over c’è differenza sicuramente sul piano dell’esperienza, ma in termini di qualità non abbiamo nulla da invidiare”.

A proposito della sua posizione in campo, Kraja dice di non avere preferenze. “Mi trovo benissimo a fare il mediano – dice – ma anche negli altri ruoli del centrocampo mi trovo a mio agio. Non ho preferenze. Mi trovo molto bene con i tre a centrocampo, come giochiamo adesso,  con  a fianco giocatori del calibro di Martinelli e Martin è tutto più facile. Non ho punti di riferimento o modelli nel calcio professionistico, ma giocatori come Isco e Iniesta sono quelli a cui mi ispiro maggiormente”.

Poi a chi gi chiede quale avversaria l’abbia impressionato di più, Kraja spiazza tutti con la risposta. “Mi aveva impressionato il Marsala – dice – ma perché c’era Ficarrotta. Ma ora che Luca è qui da noi, il problema non si pone. Le altre squadre sono tutte forti e più o meno allo stesso livello, temibili e ostiche soprattutto in trasferta, noi speriamo di continuare così”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rosanero

Il portiere romagnolo diventato subito idolo

Alberto Fontana

II portiere che parava i rigori studiando alla Playstation

Marco Amelia

Il primo portiere del Palermo in A 32 anni dopo l’ultima volta

Matteo Guardalben

Altro da RosaNero - Il Personaggio